Bonus per asilo nido e per forme di supporto domiciliare


COS'E'

Nell’ambito degli interventi normativi volti a sostenere i redditi delle famiglie la Legge di Bilancio 2017 ha predisposto un contributo economico a sostegno della genitorialità per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati e di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.
L’articolo 1, comma 488,  della Legge 30 dicembre 2018, n. 145 ha elevato l’importo del buono a 1.500 euro su base annua per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021.

Per maggiori approfondimenti è possibile consultare il sito internet INPS alla pagina dedicata.


RIVOLTO A

Il premio, fino a 1500 euro su base annua, parametrato a 11 mensilità per le rette dei nidi e in un unica soluzione per il supporto domiciliare, può essere corrisposto al genitore di un minore nato, adottato o in affidamento preadottivo dal 1° gennaio 2016 in possesso dei seguenti requisiti al momento di presentazione della domanda:

  • cittadinanza italiana
  • cittadinanza UE
  • permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo
  • carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea
  • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea
  • status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria
  • residenza in Italia
  • Bonus per asilo nido:
    - il genitore richiedente deve essere il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta
  • Bonus per forme di assistenza domiciliare:
    - il richiedente deve coabitare con il figlio e avere dimora abituale nello stesso comune
    - il bonus viene erogato a seguito di presentazione da parte del genitore richiedente di un attestato rilasciato dal pediatra di libera scelta che attesti per l’intero anno di riferimento “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”

Qualora il richiedente intenda fruire del beneficio per più figli sarà necessario presentare una domanda per ciascuno di essi.


DOVE ANDARE

Le domande dovranno essere presentate all'INPS, a partire dalle 10 del 28 gennaio 2019 fino alle 23.59 del 31 dicembre 2019, tramite:

  • WEB - Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell’Istituto
  • Contact Center Integrato - numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante)
  • Enti di Patronato attraverso i servizi offerti dagli stessi

Il Bonus richiesto potrà essere erogato nel limite di spesa secondo l’ordine di presentazione telematica della domanda. Nel caso in cui, a seguito del numero delle domande presentate venga raggiunto - anche in via prospettica - il suddetto limite di spesa, l’Inps non prenderà in considerazione le ulteriori domande.



Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina