Premio alla nascita o all’adozione (Bonus Mamma domani)

COS’E’
E’ un contributo economico di euro 800,00 che viene corrisposto direttamente dall’INPS, in un’unica soluzione, in relazione a ogni figlio nato, adottato o affidato.

RIVOLTO A
Il premio è corrisposto direttamente dall’INPS che, su domanda della donna gestante o della madre del minore, provvede al pagamento dell’importo di euro 800,00 per evento ed in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato. Per presentare domanda sono richieste:
- residenza in Italia;
- cittadinanza italiana o comunitaria;
- cittadinanza non comunitaria ma con status di rifugiato politico e protezione sussidiaria (equiparate alle cittadine italiane per effetto dell’ art. 27 del Decreto Legislativo n. 251/2007);
- cittadinanza non comunitaria ma regolarmente soggiornante in Italia come riportato sul messaggio (pdf, 376.4 KB) INPS n.661 del 13 febbraio 2018.
In sede di presentazione della domanda occorre specificare l’evento per il quale si richiede il beneficio e precisamente:
- compimento del 7° mese di gravidanza (inizio dell’8° mese di gravidanza);
- nascita (anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza);
- adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983;
- affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

DOVE
La domanda può essere presentata all’INPS esclusivamente in via telematica mediante una delle seguenti modalità:
- WEB – Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell’Istituto (www.inps.it - Servizi on line). Per richiedere il Pin cliccare qui.
- Contact Center Integrato - numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
- CAAF attraverso i servizi offerti dagli stessi.

COSA OCCORRE
La domanda va corredata della certificazione sanitaria rilasciata dal medico specialista del Servizio Sanitario Nazionale, attestante la data presunta del parto. Se la domanda è presentata in relazione al parto la madre dovrà autocertificare nella domanda la data del parto e le generalità del bambino.
In caso di adozione o affidamento preadottivo riportare nella domanda gli elementi che consentano all'Inps il reperimento del provvedimento stesso (sezione del tribunale, la data del deposito in cancelleria ed il relativo numero). Oppure è possibile allegare copia digitalizzata del provvedimento o della dichiarazione sostitutiva dell'autorizzazione stesso al fine di consentire l'individuazione dei citati elementi.
In caso di cittadina non comunitaria, riportare nella domanda gli elementi identificativi che consentano la verifica del titolo di soggiorno.

ULTERIORI INFORMAZIONI
La domanda deve essere presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e comunque, improrogabilmente entro un anno dal verificarsi della nascita, adozione o affidamento. Per altre informazioni cliccare qui (pdf, 114.4 KB).

Azioni sul documento
Pubblicato il 03/05/2017 — ultima modifica 18/02/2019

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali