Centro per le famiglie di Ravenna

CHE COS'E':
Si tratta di servizio promosso e sostenuto dalla Regione Emilia Romagna ( legge reg. 27/89), sviluppa attività ed iniziative nell'ambito delle politiche per le famiglie, con particolare riferimento al sostegno della genitorialità, agli impegni di cura familiare ed alla promozione e sviluppo di forme di solidarietà e di aiuto reciproco nella vita quotidiana.
Al Centro per le Famiglie di Ravenna i genitori possono trovare:

- informazioni sui servizi che la città offre ai bambini ed alle famiglie;
- consulenze sugli aspetti educativi e relazionali con i figli e nel rapporto di coppia
- forme di supporto per i nuclei in difficoltà, accoglienza e orientamento.
Alle realizzazione delle attività possono collaborare famiglie e persone singole interessate a contribuire al superamento delle condizioni di disagio dell'infanzia.

Nel dettaglio i servizi in essere al Centro per le Famiglie sono i seguenti:
- Nuovo Tam Tam:
si tratta di uno spazio di incontro dedicato a mamme, papà e bambini 0/3 anni.
Nel nuovo Tam Tam sarà possibile incontrare altre mamme e papà, scambiare informazioni, esperienze e giocare con il proprio bambino in compagnia. Condividere piccoli, grandi problemi della vita di ogni giorno con il proprio figlio e le emozioni legate all'essere genitori.

- Sportello Informafamiglie&Bambini:
un punto informativo amichevole, agile e costantemente aggiornato su tutti i principali servizi, le attività e i progetti per i bambini da 0 a 14 anni e le famiglie in ambito educativo, scolastico, sanitario, sociale, del tempo libero e culturale.

- Punto d'Ascolto per Genitori:
un servizio di consulenza psicoeducativo rivolto a genitori con figli fino a 17 anni, che rappresenta:
- un'occasione per riflettere su dubbi, preoccupazioni e incertezze che accompagnano le relazioni con i figli;
- un luogo dove mamma e papà possono parlare delle proprie esperienze in colloqui individuali oppure in gruppo;
- uno spazio e un tempo in cui poter ascoltare i sentimenti e le emozioni che accompagnano la relazione quotidiana coi figli.
Il Servizio è gratuito

- Mediazione Familiare:
un servizio di consulenza che offre un'opportunità ai genitori alle prese con la difficoltà della separazione, affinché, pur nel cambiamento, possano continuare ad essere padre e madre, protagonisti insieme della crescita e dell'educazione dei propri figli.
La mediazione familiare, in autonomia da qualunque altro percorso, legale ed istituzionale, favorisce e sostiene l'ascolto ed il confronto tra i genitori, li aiuta ad elaborare un progetto condiviso su tutte le principali questioni riguardanti i figli.
I colloqui avvengono in modo imparziale e assolutamente riservato, alla presenza di un consulente esperto di mediazione familiare tenuto al rispetto di precise regole deontologiche.
Il servizio è gratuito.

- Mediazione Culturale:
Il servizio svolge funzioni di accoglienza per le donne e le famiglie straniere, e di orientamento, in particolare per:
- accoglienza, ascolto e orientamento rivolto alle famiglie e alle donne di recente immigrazione al fine di facilitare il loro processo di integrazione sociale;
- accompagnamento per la fruizione dei servizi socio-sanitari ed educativi a favore degli stranieri

- Progetto accoglienza:
coinvolge famiglie, operatori, associazioni di volontariato, Istituzioni, comunità per diffondere, una cultura e una pratica dell'accoglienza e della solidarietà.
Si può accogliere un bambino, in affido nella propria famiglia, per un periodo definito, si possono mettere a disposizione alcune ore per prendersi cura di un bambino, per aiutarlo a fare i compiti, per trascorrere insieme i week-end, un periodo di vacanza, qualche pomeriggio la settimana.
Possono aderire al Progetto Accoglienza:
- Famiglie con figli
- Coppie
- Persone singole senza vincoli di età. E' importante avere la disponibilità ad entrare in relazione con gli altri e a partecipare a momenti formativi e di orientamento organizzati dal servizio

- Affido Familiare:
E' un accoglienza temporanea, presso famiglie o persone singole, di bambini ed adolescenti provenienti da famiglie in difficoltà.
Lo scopo è quello di garantire situazioni di tipo familiare ed adeguate risposte ai bisogni affettivi ed educativi per i bambini e gli adolescenti che non possono rimanere all'interno del proprio nucleo familiare.
I genitori che si trovano nelle condizioni di non riuscire a prendersi cura dei propri figli e che sono privi di una rete parentale di sostegno, possono rivolgersi per interventi di affido familiare a tempo parziale, e a tempo pieno alle Assistenti Sociali presso la Circoscrizione di residenza.
Il servizio si avvale della collaborazione di famiglie e persone singole disponibili ad accogliere temporaneamente nella propria casa bambini o adolescenti.

- Adozioni:
attraverso l'adozione viene data una famiglia ad un bambino che ne è privo ( L. n.149/2001, L.184/83, L.476/98), e che è stato dichiarato adottabile dall'Autorità Giudiziaria del proprio Paese.
Possono presentare domanda di adozione solo le coppie sposate, con almeno 3 anni di matrimonio o convivenza, non separate neppure di fatto.
Si possono adottare bambini italiani e stranieri.
Per le adozioni internazionali si può consultare il sito della Autorità Centrale Italiana:
www.commissioneadozioni.it
Per presentare domanda di adozione nazionale ed internazionale gli interessati devono rivolgersi per informazioni all'Assistente Sociale della Circoscrizione di residenza.

DOVE ANDARE
Il Centro per le famiglie di Ravenna è sito in via Gradisca 19, tel. 0544/485830 ed è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00, il martedì e il giovedì dalle 14.00 alle 17.00.
Telefono: 0544/485830; Fax: 0544/471561.
E-mail: informafamiglie@comune.ravenna.it.
Pagina FB www.facebook.com/CentroFamiglieRavennaCerviaRussi/

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/07/11 00:00:00 GMT+2 ultima modifica 2019-07-11T12:30:59+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina