Interventi di affiancamento e accoglienza per bambini e famiglie. L'Affidamento Familiare - Comune di Forlì

COS'E' :

 

L’affidamento familiare consiste nell'accoglienza temporanea di un bambino/ragazzo presso una famiglia diversa dalla propria, nei casi in cui i genitori attraversano una situazione di difficoltà e non sono in grado di prendersi cura in modo adeguato dei propri figli.
L’affido può essere:
consensuale: si realizza su richiesta della famiglia naturale o su proposta dei Servizi Sociali alla famiglia che dà il proprio consenso.
I genitori riconoscono di avere delle difficoltà da superare e chiedono o accettano di affidare il proprio figlio ad un'altra famiglia per il tempo necessario a risolvere i problemi.  In questo caso il provvedimento di affido è predisposto dai Servizi Sociali del Comune di Forlì ed è reso esecutivo e omologato dal Giudice Tutelare.
giudiziale: è disposto dall’autorità giudiziaria (Tribunale per i Minorenni) e realizzato dal Comune di Forlì. 
Inoltre, l’affido può essere:
residenziale: il minore vive stabilmente con la famiglia affidataria.
a tempo parziale: per qualche ora al giorno, per i fine settimana o per periodi brevi definiti nel progetto.

Famiglie affidatarie possono essere coppie sposate o conviventi, con o senza figli, anche persone singole, non esiste limite di età. Devono aver svolto un percorso di conoscenza, formazione, approfondimento personale, realizzato dall’Équipe Affidi del Comune di Forlì.

Percorsi e attività rivolte alle famiglie che si candidano all'affido o al sostegno familiare: nell’ambito dell’Unità Minori è istituita l’“équipe Affidi”, composta da assistenti sociali del Comune e psicologi dell’A.U.S.L., che programma, realizza e verifica le attività d’informazione, preparazione, valutazione e sostegno rivolte alle persone e alle famiglie interessate.

Il percorso è articolato in fasi successive e prevede le seguenti attività:

  • colloquio informativo;
  • corsi d’informazione/ formazione/ orientamento all'esperienza dell'affidamento familiare e a progetti di sostegno rivolti a minori in difficoltà e alle loro famiglie;
  • fase di valutazione, finalizzata ad approfondire, attraverso una serie di colloqui e una visita domiciliare, la conoscenza e le motivazioni delle persone singole o delle famiglie che, dopo il corso, si candidano all'affidamento familiare;
  • inserimento degli interessati nella banca dati delle famiglie disponibili all'affido e al sostegno familiare, cui il Servizio Sociale attingerà per la realizzazione dei progetti di affido/sostegno;
  • gruppi di confronto rivolti alle famiglie affidatarie e di sostegno con incontri a cadenza mensile. 
RIVOLTO A :

 

Ai minori e alle loro famiglie, temporaneamente non in grado di occuparsi dei figli, residenti nei 15 Comuni del comprensorio forlivese.

 
SPESE A CARICO DELL'UTENTE:

 

Contributi e assicurazione
Per ogni affidamento è previsto per legge un piccolo contributo mensile per le famiglie affidatarie, svincolato dal reddito, a copertura delle spese.
Per i minori in affido, inoltre, è prevista una polizza assicurativa che copre i rischi di responsabilità civile verso terzi per danni a persone e cose cagionati dai minori e dagli affidatari e per infortuni degli affidati.
La legge, inoltre, estende agli affidatari gli stessi diritti dei genitori naturali:
periodi di astensione dal lavoro per: congedo di maternità o di paternità, riposi giornalieri, permessi per malattia del figlio, congedi parentali;
assegni familiari;
detrazioni d’imposta;
agevolazioni comunali per la frequenza di servizi educativi.

 
DOVE ANDARE :
  • Équipe  Affidi via Tina Gori, 58 Forlì tel. 0543.712690; e-mail: chiara.mascellani@comune.forli.fc.it
  • presso la sede del proprio comune di residenza nei 14 Comuni del circondario forlivese su appuntamento.
  • Centro Famiglie viale Bolognesi, 23 Forlì tel. 0543.21013/30709; e-mail: centrofamiglie@comune.forli.fc.it
  • Sportello Sociale - Via Leone Cobelli, 31 Forlì - Tel. 0543.712888
    Risposta telefonica nei seguenti giorni e orari: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 13.30; martedì e giovedì dalle 8.30 alle 18.00.
    Ricevimento del pubblico nei seguenti giorni e orari: lunedì, mercoledì, venerdì dalle 8.30 alle 13.30, martedì dalle 8.30 alle 18.00, giovedì dalle 14.00 alle 18.00.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina