Bonus Mamma Domani 2019/Premio alla Nascita

CHE COS'E':

un contributo di 800 € riservato ai bimbi nati o adottati a partire dal 1° gennaio 2017  . Il premio è corrisposto dall'INPS in un'unica soluzione e in relazione a ogni figlio nato, adottato o affidato.

RIVOLTO A: donne in gravidanza o alle madri per uno dei seguenti eventi

  •     compimento del 7° mese di gravidanza
  •     parto, anche se antecedente all'inizio dell'8°mese di gravidanza
  •     adozione nazionale o internazionale del minore, 
  •     affidamento preadottivo nazionale o internazionale

    Con i seguenti requisiti:
  • residenza in Italia
  • cittadinanza italiana o comunitaria
  • cittadine non comunitarie regolarmente presenti come riportato sul Messaggio INPS n. 661del 13 febbraio 2018. Nota bene: le cittadine extracomunitarie regolarmente presenti in Italia, in precedenza respinte, potranno presentare domanda di riesame della domanda presso la struttura INPS territorialmente competente, alla luce dell’ordinanza 6019/2017 del Tribunale di Milano, utilizzando il modello in allegato al messaggio INPS 13 febbraio 2018, n. 661.

DOVE ANDARE:
La domanda deve essere presentata dalle interessate all’Inps esclusivamente in via telematica. È possibile utilizzare il sito Inps se in possesso di pin, oppure il Contact Center al numero verde 803.164 gratuito da rete fissa, numero 06 164.164 da cellulare (con tariffazione a carico), o rivolgersi a un patronato.


INFORMAZIONI UTILI:
La domanda va presentata dopo il compimento del settimo mese di gravidanza e comunque, improrogabilmente entro un anno dal verificarsi dell’evento (nascita, adozione o affidamento).
La domanda va corredata della certificazione sanitaria rilasciata dal medico specialista del Servizio Sanitario Nazionale, attestante la data presunta del parto. Se la domanda è presentata in relazione al parto la madre dovrà autocertificare nella domanda la data del parto e le generalità del bambino.
In caso di adozione o affidamento preadottivo riportare nella domanda gli elementi che consentano all'Inps il reperimento del provvedimento stesso (sezione del tribunale, la data del deposito in cancelleria ed il relativo numero). Oppure è possibile allegare copia digitalizzata del provvedimento o della dichiarazione sostitutiva dell'autorizzazione stesso al fine di consentire l'individuazione dei citati elementi.
In caso di cittadina non comunitaria, riportare nella domanda gli elementi identificativi che consentano la verifica del titolo di soggiorno.

Consulta la pagina dedicata sul sito www.inps.it o il sito www.informafamiglie.it

Sarà l’Inps ad erogare l’importo sulla base delle modalità scelte, ossia bonifico domiciliato, accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con Iban.

Per ulteriori informazioni è possibile  rivolgersi alla sede INPS -  V.le della Libertà, n° 48 - 47121 Forlì - direttamente allo sportello dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, o su appuntamento richiesto  allo sportello o al contact center: 803164, gratuito da telefono fisso  o 06164164 con tariffe da mobile.




 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina