BONUS IDRICO

CHE COS'È

Si tratta di una misura volta a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto di una famiglia in condizione di disagio economico e sociale.
Consente di non pagare un quantitativo minimo di acqua a persona per anno.

A CHI E' RIVOLTO
Agli utenti diretti ed indiretti del servizio di acquedotto in condizioni di disagio economico sociale, cioè che sono parte di nuclei familiari:
- con indicatore ISEE non superiore a 8.265,00 (valore in vigore dal 1.1.2020);
- con indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro se con almeno 4 figli a carico
La misura sarà inoltre attiva in automatico, quindi senza necessità di presentare alcuna domanda, anche per gli utenti già titolari di Carta Acquisti/Social card o ammessi al REI Reddito di Inclusione.

Gli aventi diritto possono essere titolari di una utenza diretta o indiretta.

DOVE ANDARE

Presso gli sportelli sociali del quartiere di residenza.
- La domanda per il bonus nazionale viene caricata direttamente sul sistema informativo Sgate (attivo dal 2 luglio); non serve quindi compilare alcuna modulistica cartacea
- Per il bonus aggiuntivo di carattere regionale è invece necessario compilare un apposito modulo (ricordarsi che viene erogato solo se l’utenza dell’abitazione di residenza è soggetta al pagamento in bolletta del servizio pubblico di fognatura e/o depurazione).
Il modulo per la quota regionale è disponibile nel sito di Atersir


INFO UTILI
Il bonus viene erogato per 12 mesi dal momento della domanda; è necessario rinnovarlo almeno un mese prima dlla scadenza.




 

 

 

 

 

 

 

 

 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina