Se un bambino nasce in un comune diverso rispetto a quello di residenza dei genitori, dove si fa la denuncia di nascita? Dove avrà residenza? Dove si richiede il codice fiscale, la tessera sanitaria e il pediatra di base?

Risponde la Redazione Regionale (20/02/2015)

In occasione della nascita di un figlio è obbligatorio provvedere alla denuncia di nascita (D.P.R. 3 novembre del 2000, n.396)  che occorre per la stesura dell'atto allo Stato Civile e per la conseguente registrazione anagrafica.
La denuncia di nascita può essere resa con le seguenti modalità:

  • entro TRE giorni presso la Direzione Sanitaria dell'ospedale o della casa di cura dove è avvenuto il parto;
  • entro DIECI giorni presso il Comune in cui è avvenuta la nascita del bambino;
  • entro DIECI giorni presso il Comune di residenza dei genitori.

Nel caso in cui i genitori non risiedano nello stesso comune, salvo diverso accordo tra di loro, la denuncia deve essere fatta presso il comune di residenza della madre.
Per rendere tale dichiarazione  i genitori  dovranno  presentare alla Direzione Sanitaria o all’Ufficiale dello Stato Civile l’Attestazione di nascita rilasciata dal Centro di nascita al momento del parto  e un documento di identità. Non sono necessari altri documenti e non è più richiesta la presenza di testimoni. Nel caso i genitori siano legati dal vincolo del matrimonio, la dichiarazione di nascita può essere resa da un solo genitore, nel caso non siano sposati dovrà essere resa congiuntamente da entrambi.
Occorre inoltre precisare che il regolamento anagrafico (art.7 lett . a D.P.R. n. 223/89) stabilisce che quando nasce un bambino esso venga iscritto nella famiglia anagrafica della madre (stato di famiglia e residenza) a prescindere dal luogo di nascita. Infatti il comune di iscrizione anagrafica (residenza)  è indipendente da quello in cui viene resa la dichiarazione di nascita e ove viene redatto l’atto di nascita.
Per quanto riguarda la richiesta dei documenti (codice fiscale, tessera sanitaria europea, certificati anagrafici, ecc),  possono essere richiesti solamente nel Comune di residenza del bambino.

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/06/14 10:30:00 GMT+2 ultima modifica 2016-10-19T13:24:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina