Vorrei sapere la procedura corretta per mettere il doppio cognome a un figlio

Risponde la Redazione Regionale (20/02/2015)

In occasione della nascita di un figlio è obbligatorio provvedere alla denuncia di nascita (D.P.R. 3 novembre del 2000, n.396)   che occorre per la stesura dell'atto allo Stato Civile e per la conseguente registrazione anagrafica.
La denuncia di nascita è infatti  l'atto con il quale si comunica formalmente agli Uffici dello Stato Civile del Comune la nascita di un bambino e tramite il quale viene definito anche il riconoscimento di maternità e paternità.
Il nostro sistema giuridico distingue due diversi rapporti di filiazione, quella legittima e quella naturale.
Quando nasce un bambino i cui genitori sono uniti fra loro da un matrimonio valido, egli acquisisce automaticamente con la denuncia di nascita, che può essere resa indifferentemente dalla mamma o dal papà,  lo stato di figlio legittimo e il cognome del padre; l'unica possibilità di attribuzione del doppio cognome sarà per via giudiziale.
Quando invece il bambino nasce da genitori non sposati fra di loro acquista lo stato di figlio naturale. In questo caso la denuncia deve essere  fatta da un genitore (se solo uno dei due genitori lo vuole riconoscere) o da entrambi i genitori (se tutti e due intendono riconoscerlo).
Se ad effettuare il riconoscimento è un solo genitore (generalmente la madre), al figlio verrà attribuito il suo cognome. Se invece il riconoscimento viene effettuato da entrambi i genitori congiuntamente al momento della nascita, il cognome attribuito sarà quello del padre.
Nel caso in cui il bambino, alla nascita, sia stato riconosciuto solo dalla madre, sarà sempre possibile, nel futuro, il riconoscimento da parte del padre (con apposita dichiarazione posteriore alla nascita davanti all'Ufficiale dello Stato Civile, al Giudice Tutelare o ad un Notaio). Il seguente atto di riconoscimento paterno è determinante ai fini dell'attribuzione del cognome, infatti,  se il figlio è minorenne il cognome viene deciso dal Tribunale per i minorenni competente per territorio.
Il Tribunale dei minori infatti deciderà se il bambino dovrà cambiare il cognome della madre con quello del padre, mantenere il cognome della madre, avere il doppio cognome. I genitori potranno comunque far presente al Tribunale  la  volontà che al loro figlio venga attribuito il doppio cognome. Il Tribunale potrà decidere anche in maniera difforme da quanto richiesto dai genitori poiché, per tradizione consolidata, il cognome del padre è prevalente.
E' importante inoltre precisare che nel caso i genitori si sposino fra loro, in seguito al matrimonio il figlio sarà legittimato  (il suo status, cioè, non sarà più quello di figlio naturale ma diventerà figlio legittimo) e automaticamente il cognome materno verrà sostituito con quello del padre.
Per avere maggiori informazioni sull'argomento ed eventualmente sulle modalità per la dichiarazione di nascita Le consiglio di far riferimento all'Ufficio di Stato Civile del suo comune di residenza.

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/06/14 10:05:00 GMT+2 ultima modifica 2016-10-19T13:24:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina