Assegno a sostegno della natalità 2020 - Bonus Bebè

COS'E':
Si tratta di un assegno, già previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 febbraio 2015, destinato a sostenere i redditi delle famiglie.

La legge di bilancio 2020 (art. 1, co. 340 e 341, della legge 160/2019) ha confermato l'assegno di natalità (c.d. Bonus bebè) per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020.

L'assegno è corrisposto dall'INPS, su domanda del genitore, ai cittadini italiani, comunitari e stranieri in possesso di permesso di soggiorno, residenti in Italia ed esclusivamente fino al compimento del primo anno di età ovvero del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito dell'adozione

Il Bonus diviene una prestazione ad accesso universale modulata a seconda delle fasce di reddito di riferimento.

Più precisamente, l'importo dell'assegno annuo è stato così modulato:

a) 1.920 euro (160 euro al mese) qualora il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente l'assegno sia in una condizione economica corrispondente a un valore dell'ISEE minorenni non superiore a 7.000 euro annui;

b) 1.440 euro (120 euro al mese) qualora il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente l'assegno sia in una condizione economica corrispondente a un valore dell'ISEE minorenni superiore alla soglia di 7.000 euro e non superiore a 40.000 euro;

c) 960 euro (80 euro al mese) qualora il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente l'assegno sia in una condizione economica corrispondente a un valore dell'ISEE minorenni superiore a 40.000 euro;

d) in caso di figlio successivo al primo, nato o adottato tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020, l'importo dell'assegno di cui alle lettere a), b) e c) è aumentato del 20 per cento.

La domanda deve essere presentata da uno dei genitori entro 90 giorni dalla data di nascita oppure dalla data di ingresso del minore nel nucleo familiare a seguito dell'adozione o dell'affidamento preadottivo. L'assegno spetta a decorrere dal mese di nascita o di ingresso in famiglia del figlio adottato o a seguito dell'adozione o dell'affidamento preadottivo fino al compimento del primo anno di età.

DOVE ANDARE:
La domanda per il Bonsu bebè deve essere presentata all'Inps telematicamente mediante una delle seguenti modalità:
- WEB - servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell'Istituto (www.inps.it - Servizi on line);
- Contact Center integrato - tel. 803164;
- Patronati, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Elenco Patronati

- Patronato INCA-CGIL - P.zza Verdi, 5 - Tel. 0532/783111.
Orari:
senza appuntamento lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 12.00.
Per fissare un appuntamento in orario pomeridiano o il sabato mattina è necessario telefonare al numero 0532/783158 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00

- Patronato INAS-CISL - C.so Piave, 60 - Tel. 0532/777611
Orari:
dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00
martedì e giovedì dalle 15.00 alle 17.00

- Patronato UIL - Via Oroboni, 42 - Tel. 0532/250802
Orari:
lunedì e mercoledì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30
martedì e giovedì dalle 8.30 alle 12.30
venerdì dalle 8.30 alle 16.30

- Patronato ACLI - Via Ariosto, 88 - Tel.  0532/207583
Orari:
lunedì e mercoledì dalle 8.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.00
martedì, giovedì e venerdì dalle 8.00 alle 14.00

Per maggiori informazioni vedi il sito della Camera dei Deputati

 

 



Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina