Decreto rilancio: le misure a sostegno delle famiglie

Nel provvedimento sono contenute una serie di misure a sostegno delle famiglie italiane che non solo rafforzano e prolungano molti interventi del “Cura Italia”, aiutando i genitori lavoratori ma introducono nuovi strumenti come il Reddito di Emergenza destinato ai nuclei familiari più in difficoltà e il credito per le vacanze.

Ecco i principali interventi a favore delle famiglie

Reddito di emergenza
E' riconosciuto un sostegno al reddito straordinario alle famiglie in difficoltà economica con i seguenti requisiti:

  • residenza in Italia, verificata con riferimento al componente richiedente il beneficio;
  • reddito familiare inferiore al Rem spettante, patrimonio mobiliare familiare 2019 inferiore a 10mila euro, accresciuto di 5mila euro per ogni componente successivo al primo, fino a un massimo di 20mila euro;
  • Isee inferiore a 15mila euro

Il Rem non è compatibile con la pensione ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità; un rapporto di lavoro dipendente la cui retribuzione lorda sia superiore ad una determinata soglia; il reddito di cittadinanza e tutte le misure aventi finalità analoghe.
Sono previste due quote che vanno da un minimo di 400 euro ad un massimo di 800 euro
Il Rem è erogato dall'INPS e le domande possono essere presentate a partire dal 22 maggio 2020 entro il 30 giugno 2020 in modalità telematica oppure avvalendosi degli istituti di patronato.
A breve sarà disponibile la circolare INPS esplicativa.

Congedo parentale e bonus baby sitter
Innalzamento a 30 giorni dei congedi parentali covid, di cui possono fruire i genitori lavoratori dipendenti del settore privato per i figli di età non superiore ai 12 anni (per i quali è riconosciuta una indennità pari al 50 per cento della retribuzione) e l’estensione del relativo arco temporale di fruizione sino al 31 luglio 2020.
Confermato il bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting che passa da 600 a 1.200 euro e potrà essere utilizzato anche per l’iscrizione ai servizi integrativi per l’infanzia, ai servizi socio-educativi territoriali, ai centri con funzione educativa e ricreativa e ai servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia. Il bonus baby-sitting in favore del personale sanitario aumenta, invece, da 1.000 a un massimo di 2.000 euro.
Saranno stanziati fondi ai comuni destinati a potenziare i centri estivi diurni (anche privati) destinati ad accogliere bambine e bambini di età compresa tra 3 e 14 anni.

Permessi disabili
Confermato anche per maggio e giugno l’aumento dei giorni di permesso lavorativo (ex art. 33 della legge 104/1992) già previsto dal Decreto “Cura Italia” (art. 24), per cui sono concessi 12 giorni aggiuntivi complessivi di permesso lavorativo a chi assiste un familiare con grave disabilità certificata o al lavoratore con grave disabilità.
I 12 giorni si aggiungono a quelli ordinariamente previsti (3 per maggio, e 3 per giugno). Il totale del periodo è quindi 12+3+3 = 18 giorni lavorativi di permesso.

Smart working per i genitori con figli minori di 14 anni
I genitori lavoratori dipendenti del settore privato, con almeno un figlio a carico minore di anni 14, a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o che non vi sia genitore non lavoratore, avranno diritto al lavoro agile a condizione che tale modalità sia compatibile con le caratteristiche della prestazione

Incremento del fondo per il sostegno alle locazioni (fondo affitti)
Saranno erogate ulteriori risorse economiche a favore del fondo affitti che saranno distribuite alle regioni e successivamente ai comuni, che gestiranno le modalità di erogazione.

Fondo per le non autosufficienze
Stanziamento del Fondo per le non autosufficienze al fine di potenziare l'assistenza, i servizi e i progetti di vita indipendente per le persone con disabilita' e non autosufficienti e per il sostegno di coloro che se ne prendono cura, in conseguenza della emergenza epidemiologica da Covid-19

Finanziamento dei centri estivi 2020
Per l’anno 2020, un’integrazione del Fondo per le politiche della famiglia per un importo pari a 150 milioni di euro, affinché sia erogato ai Comuni per il potenziamento, anche in collaborazione con istituti privati, dei centri estivi diurni, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa, durante il periodo estivo, per le bambine e i bambini di età compresa tra 3 e 14 anni .

Reintegro Fondo di Solidarietà Comunale a seguito dell’emergenza alimentare
Ulteriore integrazione del Fondo di solidarieta' comunale con 400.000.000 di euro da destinare ai comuni per l'erogazione dei buoni spesa.

Tax credit vacanze
Ai nuclei famigliari con ISEE in corso di validita', ordinario o corrente non superiore ai 40.000 euro per il 2020 è riconosciuto un credito utilizzabile, dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive, nonche' dagli agriturismo e dai bed &breakfast.
Il credito attribuito è di massimo 500 euro per ogni nucleo famigliare ed è utilizzabile da un solo componente per nucleo familiare,passa poi 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone e a 150 euro per quelli composti da una sola persona.
Per essere riconosciuto il credito occorre rispettare le seguenti condizioni:

  • le spese debbono essere sostenute in un'unica soluzione
  • il totale del corrispettivo deve essere documentato da fattura elettronica o documento commerciale nel quale e' indicato il codice fiscale del soggetto che intende fruire del credito
  • il pagamento del servizio deve essere corrisposto senza l'ausilio, l'intervento o l'intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator
  • il credito è fruibile come sconto nella misura dell'80% e per il 20% in forma di detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi da parte dell'avente diritto.

Interventi economici per potenziare la didattica durante l'anno scolastico 2020/2021
il fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche è stato incrementato di 331 milioni di euro nel 2020. Parte delle risorse saranno destinate a:

  • interventi in favore della didattica degli studenti con disabilita', disturbi specifici di apprendimento ed altri bisogni educativi speciali
  • interventi utili a potenziare la didattica anche a distanza e a dotare le scuole e gli studenti degli strumenti necessari per la fruizione di modalita' didattiche compatibili con la situazione emergenziale nonche' a favorire l'inclusione scolastica e ad adottare misure che contrastino la dispersione

Ecobonus e sismabonus al 110%
Viene introdotta una detrazione fiscale al 110% delle spese per i lavori di riqualificazione energetica e/o antisismica con possibilità di cedere il relativo credito fiscale. Si applica alle spese sostenute dal primo luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per interventi di isolamento termico e altri interventi di efficientamento energetico.

Altre misure per i lavoratori:

  • confermata la cassa integrazione,
  • divieto di licenziamento portato a 5 mesi,
  • proroga di due mesi per la NASPI in scadenza dal 1 marzo al 30 aprile 2020
  • confermato l'erogazione dell’indennità di 600 o 1000 euro in favore di professionisti e lavoratori co.co.co., lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’AGO, lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali . In alcuni casi solo per aprile in altri anche per maggio
  • indennità di 500 euro mensili per i mesi di aprile e maggio, per i lavoratori domestici
  • cumulabilità delle misure di sostegno al reddito legate all’emergenza pandemica con l’assegno ordinario di invalidità. La cumulabilità riguarda anche l’indennità COVID-19 da 600 euro di marzo 2020 prevista dal decreto Cura Italia. I beneficiari di assegno ordinario di invalidità che non abbiano ancora presentato la domanda per l’indennità COVID-19 di marzo possono richiederla entro il 3 giugno 2020.

Per informazioni:
Consulta la brochure (pdf, 446.46 KB) del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, per tutti i dettagli delle misure
Consulta il testo completo del Decreto "Rilancio" (pdf, 1.88 MB) (D.L. n. 34 del 19 maggio 2020)

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina