Giochiamo a fare un disegno strano

Una proposta interessante e divertente dal Centro per le Famiglie della Valmarecchia, rivolta alle famiglie per creare un'occasione di fare delle cose belle con i propri figli utilizzando il senso di libertà che ci da la fantasia.

In questo periodo le preoccupazioni e le misure di contrasto della diffusione del coronavirus s’intrecciano con gli effetti dello stravolgimento dei ritmi di vita di ciascuno di noi. Siamo costretti a stare in casa, ma questo  può essere anche l'occasione di fare delle cose belle coni propri figli.

A questo proposito vi proponiamo un'iniziativa del Centro per le famiglie Valmarecchia, che prevede di fare un disegno partendo dalle suggestioni di queste tre opere famose :

  • “Golconda”, 1953, di René Magritte (Menil Collection, Houston, Texas)
  • “Piazza d’Italia”, 1948, Giorgio de Chirico (Collezione privata, Inghilterra)
  • “La persistenza della memoria”, 1931, Salvador Dalí (Museum of Modern Art, New York)

Provate a fare questo gioco con i vostri figli:
Ti sembrano uguali questi quadri? No? Eppure, c’è qualcosa che li rende molto simili... cosa sarà secondo te?

Uomini che volano, o che piovono, fra le case di una città come tante; una grande piazza deserta, laddove ci si aspetterebbe di vedere persone a passeggio; orologi molli stesi all’aria, e, sullo sfondo del paesaggio costiero, un promontorio che sembra quello di Gabicce Monte .

Cos’ hanno in comune questi tre soggetti così apparentemente diversi? 

1) guardate insieme ai vostri figli questi tre quadri, lasciatevi suggestionare da ciò che vi comunicano e parlatene insieme. Dopodiché, per associazione, fate emergere le cose insolite che riguardano l’attuale periodo.

2) Chiedete loro se hanno piacere a disegnarle:

“E se le disegnassimo tutte queste stranezze? Ti va? Guarda, mi ci metto anch’io”.

Ognuno si cimenta con il proprio disegno, e, una volta finito, gli mette anche un titolo e una firma (o un proprio simbolo), come si confà ad una vera opera d’arte.
Proponetela come occasione di gioco, di passatempo, non forzateli, e rassicurateli sul fatto che non c’è un solo modo per disegnare e non serve essere precisi (Picasso insegna).
Tutti i disegni sono belli perché sono come dei regali: chi disegna fa un regalo a se stesso e regala qualcosa di sé a chi guarda. Dobbiamo farne tesoro e ringraziare.

Potete inviare i disegni via mail a informafamiglie@vallemarecchia.it o via facebook e saranno sulla pagina Centro per le Famiglie Valmarecchia.

Per maggiori informazioni consulta il bando .

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina