Bonus Vacanze 2020 : istruzioni per l'uso

Con il Decreto rilancio del 19 maggio 2020 è stato approvato il bonus vacanza estate 2020 che prevede un contributo da 150 a 500 euro per le famiglie con Isee inferiore a 40.000 euro.

Cos'è il bonus vacanze?
Il bonus vacanze è un credito a favore delle famiglie disposto dal Governo con il DL Rilancio del 19 Maggio (pdf, 1.88 MB), per sostenere le vacanze in Italia.

Chi può richiedere il bonus?
Possono richiederlo le famiglie con Isee ordinario o Isee corrente inferiore a 40.000 euro.
Il bonus vacanze può essere richiesto da un solo componente per nucleo familiare, indipendentemente dal numero di persone che usufruiscono della vacanza.
Per ricevere assistenza nella presentazione dell'ISEE ti consigliamo di rivolgerti ad un patronato.

A quanto ammonta il Bonus?

  • 150 euro per i nuclei composti da 1 persona
  • 300 euro per nuclei composti da due persone
  • 500 euro per le famiglie di tre o più persone

L'80% del bonus sarà applicato sotto forma di sconto da parte della struttura presso la quale si è pernottato, mentre il restante 20% si potrà detrarre nella dichiarazione dell’anno prossimo .

In quale periodo si può utilizzare il Bonus?
Il bonus può essere fruito a determinate condizioni dal 1° luglio al 31 dicembre 2020

Come si richiede il bonus?
Il bonus si richiede tramite l'app: IO 

Una volta scaricata, per completare la procedura è necessario avere a portata di mano:

  • lo SPID, cioè il Sistema pubblico di identità digitale che permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione o la Carta di identità elettronica a cui viene associato un PIN di 8 cifre che permette anch’esso di accedere ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione
  • l'Isee 2020 ordinario o corrente

Tutte le strutture ricettive accettano il bonus?
No. La scelta di accettare il bonus è a discrezione della struttura ricettiva e non è obbligatoria, pertanto si consiglia di contattare la struttura preventivamente per accertarsi della possibilità di utilizzo del bonus.

Ci sono vincoli e limitazioni?

  • Può essere richiesto da un solo componente per nucleo familiare.
  • Deve essere speso in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica e, nel caso di corrispettivo dovuto inferiore al bonus, lo sconto e la detrazione sono commisurati al corrispettivo e il residuo non è più utilizzabile.
  • Le spese devono essere documentate da fattura o documento commerciale o scontrino/ricevuta fiscale, nei quali deve essere indicato il codice fiscale del componente del nucleo familiare che intende fruire del bonus
  • Il pagamento deve avvenire senza l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici, diversi da agenzie di viaggio e tour operator.

Per maggiori informazioni
Leggi la guida completa dell’Agenzia delle Entrate (pdf, 5.24 MB)

e buone vacanze ;-)

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina