Progetto "Primo anno in famiglia"

CHE COS'E'
E' un progetto che prevede l'erogazione di un contributo economico integrativo dello stipendio ma che non sostituisce la quota INPS, per genitori regolarmente occupati entrambi, che intendono usufruire dell'astensione facoltativa dal lavoro nel primo anno di vita del bambino. Il contributo può venire concesso per un minimo di 3 mesi consecutivi fino ad un massimo di 6 mesi complessivi e consecutivi. 

  • Il contributo è fissato in € 200,00 mensili per un periodo di massimo 6 mesi 
  • Per nuclei monogenitoriali  e in caso di parti gemellari il contributo ammonta a € 300,00 mensili. Per “nuclei monogenitoriali“ si fa riferimento alla circolare N°8/03 emanata dalla Direzione Generale INPS, nella quale si definisce la situazione “genitore solo” nei seguenti casi: morte dell’altro genitore, abbandono del bambino/a da parte dell’altro genitore, affidamento esclusivo del figlio a un solo genitore con provvedimento formale, non riconoscimento del figlio da parte dell’altro genitore. 
  • Il contributo è fissato in € 300,00 mensili nel caso di alternanza di entrambi i genitori e deve comprendere un periodo complessivo e continuativo non inferiore a 6 mesi da usufruirsi entro il primo anno di vita del bambino.

In caso di lavoratori part-time, il contributo viene calcolato in modo proporzionale alla percentuale di attività lavorativa prevista nel contratto di lavoro.
Sono esclusi dalla erogazione del contributo economico i periodi di astensione dal lavoro con indennità pari o superiore all'80%. E' prevista inoltre una riduzione proporzionale per i lavoratori e le lavoratrici che usufruiscono di trattamento economico superiore al 30% dello stipendio, in base ai singoli contratti di lavoro.

RIVOLTO A
Possono presentare domanda le famiglie residenti nel Comune di Piacenza in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere residenti nel Comune di Piacenza da almeno 3 anni consecutivi
  • avere un figlio o una figlia che al momento della presentazione della domanda non abbia superato i sei mesi di vita
  • appartenere a nucleo familiare la cui sistuazione economica equivalente (indicatore ISEE) non sia superiore a 20.000 €
  • entrambi i genitori devono essere regolarmente occupati in attività lavorative retribuite
  • il genitore richiedente deve dichiarare di voler ususfruire dell'astensione facoltativa dal lavoro dopo la nascita del figlio entro il primo anno di vita del bambino
  • i genitori devono impegnarsi a non inserire il figlio all'asilo nido per tutto il periodo di erogazione del contributo.

Sono parificati ai genitori naturali le famiglie affidatarie e quelle adottive per le quali valgono termini di presentazione delle domande più ampi. I genitori di un bambino con handicap possono presentare domanda di contributo anche dopo il compimento del primo anno di vita, qualora intendano avvalersi di quanto previsto dalla Legge 104/92 in tema di aspettativa.

DOVE
Le domande di contributo compilate su apposito modulo potranno essere presentate fino al 30 Settembre 2019. Le domande complete degli allegati dovranno essere consegnate presso:

  • Sportello Informafamiglie&Bambini - Centro per le Famiglie, Galleria del Sole n.40, lunedì, giovedì, venerdì dalle 8.30 alle 12.00, mercoledì dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00,  tel. 0523/492380, e-mail: informafamiglie@comune.piacenza.it;
  • Sportello Informafamiglie&Bambini - Centro per le Famiglie-Quartiere Roma, via Torricella n.7/9, martedì dalle 9.00 alle 12.00, tel. 3386359183.

COSA OCCORRE
Le domande di contributo devono essere fatte sugli appositi moduli ed essere complete degli allegati richiesti:

  • calcolo ISEE completo e DSU;
  • copia della richiesta di astensione facoltativa dal lavoro presentata all'INPS e relativa ricevuta;
  • dichiarazione del datore di lavoro attestante l'effettivo inizio del periodo di astensione facoltativa dal lavoro.

INFORMAZIONI UTILI
Le richieste valutate idonee saranno inserite in una graduatoria mensile sulla base dei seguenti criteri indicati in ordine di priorità:

  • il figlio che si intende accudire è portatore di disabilità ai sensi dell’art 4 della Legge n° 104/92;
  • nucleo monogenitoriale;
  • parto gemellare;
  • possesso dei soli requisiti richiesti.

All’interno di questi punti le domande saranno  ordinate in base al reddito familiare, con precedenza in graduatoria delle domande di famiglie con indicatore della Situazione Equivalente (ISEE) inferiore.
L’ammontare delle risorse disponibili per ciascun mese e di conseguenza il numero di contributi che possono essere concessi mensilmente deriva dalla suddivisione in dodicesimi dello stanziamento previsto sul Bilancio comunale per questo progetto. Le domande in graduatoria che per quel mese non potranno beneficiare del contributo per insufficienza parziale o totale del budget mensile, saranno rivalutate alla successiva istruttoria, per una sola volta, insieme alle nuove domande presentate.
Ai singoli interessati verrà inoltrata comunicazione scritta sull’esito dell’istruttoria.
Per informazioni, ritiro moduli, assistenza nella compilazione e consegna della domanda occorre rivolgersi allo Sportello Informafamiglie&Bambini - Centro per le Famiglie, Galleria del Sole n.40, lunedì, giovedì, venerdì dalle 8.30 alle 12.00, mercoledì dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00, tel. 0523/492380, e-mail: informafamiglie@comune.piacenza.it e lo Sportello Informafamiglie&Bambini - Centro per le Famiglie-Quartiere Roma, via Torricella n.7/9, martedì dalle 9.00 alle 12.00 tel. 3386359183.
La modulistica può anche essere scaricata cliccando sul seguente link: bando e modulo (pdf, 95.6 KB) . (pdf, 95.6 KB)

Azioni sul documento
Pubblicato il 02/01/2016 — ultima modifica 07/11/2018

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali