Bonus Asilo Nido e altre forme di assistenza al proprio domicilio 2020

CHE COS'E':

è un beneficio economico che viene concesso per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati e di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche. 

Nel caso di adozioni o affidamenti preadottivi viene presa in considerazione la data più favorevole tra il provvedimento di adozione e la data di ingresso in famiglia del minore.

La legge di bilancio 2020 ha modificato la normativa relativa al Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione. A decorrere dal 2020, il contributo viene rimodulato e incrementato in base a soglie ISEE differenziate:

- 1.500 euro per i nuclei familiari con ISEE minorenni superiore a 40.000 euro;

- 2.500 euro per i nuclei familiari con un ISEE minorenni da 25.001 euro a 40.000 euro

- 3.000 euro per i nuclei familiari con un valore ISEE minorenni fino a 25.000 euro

Il buono è corrisposto dall'INPS al genitore richiedente, previa presentazione di idonea documentazione attestante l'iscrizione e il pagamento della retta a strutture pubbliche o private.

Il bonus asilo nido viene erogato con cadenza mensile, suddividendo l'importo massimo di 1.500 euro su 11 mensilità, per un importo massimo di 136,37 euro, per ogni retta mensile pagata e documentata, direttamente al genitore che ha sostenuto il pagamento.
Il contributo mensile non può eccedere la spesa sostenuta per il pagamento della singola retta.

Il bonus per le forme di supporto presso la propria abitazione verrà erogato da INPS in un'unica soluzione direttamente al genitore richiedente.

COSA OCCORRE:  

La domanda può essere presentata dal genitore che paga la retta per il figlio in età da 0 a 3 anni frequentante Nidi pubblici o privati in possesso dei seguenti requisiti:

- cittadinanza italiana; oppure cittadinanza UE; oppure permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo; oppure carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea; (art. 10, decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30); oppure carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea (art. 17, d.lgs. 30/2007); oppure status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria;

- residenza in Italia;

Per i bambini di età inferiore ai tre anni impossibilitati a frequentare gli asili nido il richiedente dovrà allegare l’attestazione, rilasciata dal pediatra di libera scelta, che attesti l’impossibilità del bambino di frequentare l’asilo nido per l’intero anno solare di riferimento, a causa di una grave patologia cronica.

DOVE ANDARE:

La domanda di contributo deve essere presentata all'Inps per via telematica mediante una delle seguenti modalità:
- WEB - servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell'Istituto (www.inps.it - Servizi on line);
- Contact Center integrato tel 803164;
- Patronati, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

INFORMAZIONI UTILI:

Il bonus richiesto può essere erogato, nel limite di spesa indicato (per il 2020 è di 290 milioni di euro), secondo l’ordine di presentazione della domanda online. Nel caso in cui, a seguito del numero delle domande presentate venga raggiunto il limite di spesa, l’INPS non prenderà in considerazione ulteriori domande. Vedi pagina INPS dedicata

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina