Matrimonio civile

CHE COS’È
È il matrimonio celebrato davanti all'Ufficiale di Stato Civile, quindi con rito civile. Il matrimonio viene assoggettato alle regole espressamente previste dal Codice Civile e dalle leggi speciali, non riveste alcun rilievo in ambito religioso e l'autorità competente a dirimere qualsiasi tipo di conflitto sorto è quella dei Tribunali Ordinari.

RIVOLTO A

  • I cittadini maggiorenni che hanno lo stato libero, cioè non sono legati da un precedente matrimonio civile o religioso con effetti civili. È inoltre necessario che le persone che decidono di sposarsi non siano legate da vincoli di parentela, di affinità di adozione e affiliazione nei gradi stabiliti dal Codice Civile;
  • i cittadini che hanno compiuto 16 anni (in questo caso è necessaria l'autorizzazione del Tribunale per i Minorenni di Bologna);
  • i cittadini già coniugati che hanno ottenuto la cessazione degli effetti civili del precedente matrimonio.

COSA OCCORRE
I futuri sposi che intendono contrarre matrimonio con rito civile devono richiedere la pubblicazione di matrimonio all'Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza di uno di essi almeno un mese prima della data in cui intendono sposarsi. La data del matrimonio deve essere concordata con l'Ufficio di Stato Civile del proprio comune e di solito si stabilisce all'atto della pubblicazione di matrimonio.

DOVE ANDARE
Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza, tutti i riferimenti in questa pagina.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/12/08 14:47:59 GMT+2 ultima modifica 2020-12-08T14:47:59+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina