Bambini e sport


Fare sport fa sicuramente bene ai bambini. In ogni realtà ci sono tantissimi corsi organizzati da società sportive, polisportive o associazioni private. L'importante è scegliere un'attività sportiva che piaccia al bambino e che sia idonea al suo fisico e alla sua età.
Ecco di seguito un elenco delle più comuni discipline sportive, i pro e i contro e soprattutto l'età a cui è meglio iniziare.

Calcio
Si può iniziare a 6 anni ma per l'agonismo bisogna aspettare gli 8. Impegna la muscolatura e l'apparato cardiocircolatorio. Esige affiatamento e potrebbe invece spingere a un eccesso di competizione.

Danza
Si inizia a 6 anni ma per l'agonismo è meglio aspettare i 12 anni. Tonifica la muscolatura e conferisce armonia ai movimenti. Un inizio troppo precoce potrebbe compromettere il corretto sviluppo fisico.

Equitazione
Primi approcci a 6 anni (sui pony), per l'agonismo 12. Sviluppa la muscolatura di tronco e gambe oltre a presentare numerosi benefici psicologici dovuti al rapporto con l'animale. Possibilità di traumi. Un inizio troppo precoce potrebbe influire negativamente sullo sviluppo dell'apparato scheletrico.

Ginnastica artistica
Per i primi approcci bastano i 3 anni, mentre per l'agonismo è meglio aspettare i 6. La ginnastica è uno sport completo, sviluppa l'agilità anche se sollecita molto la colonna vertebrale. Da non sottovalutare il rischio di cadute.

Judo
Per iniziare 6 anni, per l'agonismo 10. Tonifica la muscolatura e aiuta ad educare l'aggressività. Possibilità di traumi.

Karate
Per iniziare 6 anni, per l'agonismo 10. Sviluppa agilità, equilibrio e riflessi, educa al controllo psicofisico. Allenamenti faticosi.

Minibasket
Si può iniziare a 6 anni ma per l'agonismo è meglio aspettare i 10. Si tratta di uno sport che impegna tutta la muscolatura e richiede agilità e coordinazione. Esige affiatamento con i compagni. Possibilità di traumi.

Minirugby
L'avviamento può iniziare a 6 anni. E' uno sport di squadra, che impegna l’apparato cardiovascolare, osteoarticolare e muscolo-tendineo. Ha una forte connotazione educativa (rispetto delle regole e dell'avversario). Possibilità di traumi.

Minivolley
Per iniziare 6 anni, per l'agonismo 8. Sviluppa tutta la muscolatura e migliora la coordinazione dei movimenti. Rischio di traumi e distorsioni.

Nuoto
I corsi di acquaticità sono indicati ai bambini fin dai primi mesi di vita. Per quanto riguarda il nuoto vero e proprio si può partire a 3 anni mentre per l'agonismo si devono aspettare i 6 anni. E' uno sport completo e non presenta controindicazioni.

Pugilato
Si può iniziare tra i 5 e i 10 anni, purchè sia proposto come un’attività giocosa e non violenta. Il pugilato rafforza il carattere, la resistenza e la scioltezza, richiede coraggio, forza, e intelligenza. Il pugilato rende il bambino più sicuro e altruista, aiutandolo a comprendere la debolezza propria e degli altri.

Scherma
Per iniziare 8 anni, per l'agonismo 10. Sviluppa la velocità e la prontezza di riflessi. E' uno sport asimmetrico e può sbilanciare la colonna vertebrale; andrebbe abbinato ad un'altra attività sportiva.

Sci
I primi approcci sulla neve si possono avere già a 5 anni, ma è meglio aspettare gli 8 anni e per l'attività agonistica i 12. Affina la coordinazione muscolare anche se sviluppa soprattutto gli arti inferiori. Praticato prima degli 8 anni può sollecitare troppo la struttura scheletrica. Possibilità di traumi.

Tennis
Per iniziare 8 anni, per l'agonismo 11. Impegna quasi tutta la muscolatura e il sistema cardiocircolatorio. Sviluppa velocità e riflessi. E' uno sport asimmetrico e occorrono esercizi per riequilibrare l'altro braccio. Inoltre accentua la competitività.

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/12/14 01:00:00 GMT+2 ultima modifica 2018-05-15T12:24:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina