Consultori familiari pubblici e privati

Il consultorio familiare è un servizio di assistenza alla famiglia e di educazione alla maternità e paternità responsabili, prevalentemente rivolto alla salute della donna e della coppia.

Il consultorio è un servizio istituito in base alla  legge 405/1975 (15.45 kb) e  realizzato, con piani individuali di assistenza sanitaria e sociale,  dai comuni con la possibile collaborazione di formazioni sociali di base e di associazioni di volontariato laico, cattolico e di altri orientamenti culturali e religiosi sulla base di specifici protocolli.

 

Consultori familiari pubblici

il consultorio familiare è rivolto alle donne, alle coppie e alle famiglie con servizi e consulenze relativi a: affettività e sessualità, maternità e paternità, gravidanza, allattamento, contraccezione, applicazione legge n. 194/78 (per l’interruzione volontaria di gravidanza), autopalpazione del seno, visite ginecologiche, menopausa.

Organizza corsi di preparazione al parto e rilascia i certificati di attestazione di gravidanza a rischio.

La rete dei consultori in Emilia-Romagna è composta da consultori familiari, pediatrie di comunità/consultori pediatrici, spazi per donne immigrate e loro bambini, spazi giovani: garantiscono assistenza, consulenza e ascolto.

L’accesso è diretto, senza prescrizione del medico di famiglia.

il consultorio segue le donne dalla gravidanza al dopo parto: primo colloquio e visita, controlli, consulenze su legislazione, alimentazione e sessualità in gravidanza, diagnosi prenatale, parto (anche a domicilio), consulenze specialistiche, assistenza alle mamme e ai neonati in consultorio e a domicilio per la verifica del decorso post parto, sostegno e consulenza ai genitori per la cura del neonato, per il sostegno dell’allattamento al seno.

  • La contraccezione

in consultorio vengono fornite informazioni e consulenze sui metodi contraccettivi per promuovere maternità e paternità consapevoli. viene garantita anche la “contraccezione di emergenza” dopo un rapporto sessuale che si considera a rischio di gravidanza. la contraccezione di emergenza può essere richiesta anche presso le strutture ospedaliere. Pubblicazione "la contraccezione. conoscere per scegliere" (disponibile anche versione multilingue)

 

  • Dove andare, cosa serve

consulenza per contraccezione

contraccezione d'emergenza dopo rapporti sessuali a rischio di gravidanza

colloquio psicologico clinico

 

  • L’applicazione della legge 194/78 per l'interruzione volontaria di gravidanza (IVG)

il consultorio offre consulenza, informazioni, colloqui in caso di gravidanze indesiderate, anche per rimuovere le eventuali cause che porterebbero alla scelta di interruzione di gravidanza. qualora la scelta sia il ricorso all’ivg, rilascia il certificato per l’intervento (certificato che può essere rilasciato anche dal medico di famiglia, dal ginecologo di fiducia o da altro specialista). assicura il collegamento con i reparti ospedalieri per l'esecuzione dell'intervento. attraverso la relazione al giudice tutelare, il consultorio segue il percorso di certificazione per le ragazze minorenni, in caso di loro richiesta di ivg senza il consenso di chi esercita la patria potestà. assicura i controlli post intervento ivg.

 

Lista completa dei servizi

I consultori familiari offrono una varietà di servizi e possono essere erogati ai singoli individui o alle coppie: 

  • l'informazione sui diritti delle donne in materia di tutela sociale della maternità;
  • l'informazione sui servizi sociali, sanitari, assistenziali, pubblici e privati operanti sul territorio, sulle prestazioni da essi erogate e sulle modalità per accedervi;
  • l'attività di informazione e consulenza sui temi della sessualità;
  • l'assistenza sanitaria, psicologica e sociale inerente la procreazione responsabile;
  • l'informazione e consulenza su regolazione e controllo della fertilità;
  • la consulenza e somministrazione di contraccettivi;
  • l'assistenza sanitaria, psicologica e sociale inerente la tutela della gravidanza, della maternità e l'assistenza domiciliare al puerperio;
  • l'assistenza sanitaria, psicologica e sociale per le donne e le coppie che richiedono l'interruzione volontaria di gravidanza
  • assistenza ginecologica di base per patologie connesse alla sterilità ed infertilità;
  • interventi socio-sanitari riferiti alla pubertà e alla menopausa;
  • interventi sanitari di specialistica ginecologica di base e gli interventi finalizzati alla diagnosi precoce dei tumori femminili;
  • assistenza psicologica e sociale al singolo, alla coppia e alla famiglia per difficoltà relazionali, per problemi di separazione e divorzio anche in riferimento alla consulenza sul diritto di famiglia;
  • assistenza al singolo e alla coppia in riferimento a difficoltà di ordine sessuale;
  • assistenza alla donna che abbia subito violenza sessuale;
  • assistenza psicologica e sociale nei confronti dei minorenni che intendono contrarre matrimonio, prestando, se richiesta, collaborazione all'autorità giudiziaria;
  • assistenza sanitaria ai bambini stranieri non iscritti al servizio sanitario nazionale;

 

Spazio giovani 360°

Dal 1997 i consultori comprendono anche gli spazi giovani per rispondere alle problematiche sessuali e psicologiche degli adolescenti.

Lo Spazio giovani 360° è un servizio rivolto a ragazzi e ragazze per avere informazioni e consulenze sulla sessualità-contraccezione-gravidanza e su tematiche psicologiche e relazionali (per es. rabbia, alimentazione, ecc.)

Si rivolge ai ragazzi/e entro i 20 anni, residenti in Emilia-Romagna.

I ragazzi e le ragazze possono accedere al servizio da soli, con i genitori, con amici o con chiunque altro abbiano piacere.

 

Spazio giovani adulti

Gli spazi giovani adulti (istituiti tramite la d.g.r. n. 1722 del 6 novembre 2017 e relativa circolare  n.12 del 201), sono presenti all’interno dei consultori familiari e si rivolgono ad una popolazione di età compresa tra i 20 e 34 anni

sono ad accesso libero (senza impegnativa del medico) tramite appuntamento e offrono assistenza ostetrica, psicologica e medica nei seguenti ambiti:

  • malattie sessualmente trasmissibili e prevenzione aids
  • pianificazione familiare
  • stili di vita e salute riproduttiva
  • preconcezione
  • dolore pelvico e alterazione del ciclo mestruale (es: endometriosi, micropolicistosi ovarica)
  • patologie andrologiche più frequenti in età giovanile
  • problematiche sessuali/relazionali e di coppia
  • infertilità di coppia

all'interno degli spazi giovani adulti è presente un'equipe di professionisti che deve comprendere almeno una ginecologa/o, psicologa/o e ostetrica/o.

 

Spazi donne immigrate e loro bambini

Gli spazi donne immigrate e loro bambini sono collocati all’interno del consultorio familiare.

assicurano assistenza a donne migranti e ai loro bambini (anche senza permesso di soggiorno). il servizio è ad accesso libero (senza impegnativa del medico di famiglia). è sempre presente una mediatrice culturale per facilitare la relazione con gli operatori.

vengono garantiti: assistenza e visite specialistiche, informazioni e consulenza su diritti e doveri in materia di maternità e infanzia.

ai bambini vengono garantite: visite pediatriche, bilanci di salute, vaccinazioni, controlli per tubercolosi e malattie infettive.

ai bambini delle comunità nomadi, non iscritti al servizio sanitario, questi servizi possono essere garantiti sia negli spazi per le donne immigrate e i loro bambini sia nelle pediatrie di comunità.

 

Dove andare, cosa serve 

assistenza alle donne immigrate e ai loro bambini

assistenza ai bambini nomadi ed extracomunitari

 

Come accedere:

è possibile richiedere le prestazioni sopra elencate fissando un appuntamento telefonico o recandosi di persona presso il consultorio stesso. non è necessaria la richiesta del medico curante.

 

Costi dei consultori pubblici

Dai 20 ai 25 anni le prestazioni sono gratuite se finalizzate alla contraccezione con relativa distribuzione del contraccettivo gratuito. Per tutte le altre prestazioni è prevista la compartecipazione per tutte le prestazioni specialistiche (ticket) erogate all’interno dei consultori familiari, salvo nei casi in cui si usufruisce di una esenzione per la quale è comunque richiesta una prescrizione, anche al fine di attestarne la validità.

 

Consultori privati

In Italia esiste una rete di consultori familiari privati accreditati e riconosciuti e quindi sovvenzionati in parte dall'amministrazione regionale. 

i consultori privati possono offrire gli stessi servizi dei consultori pubblici o aggiungerne altri complementari; essi forniscono servizi in convenzione, a pagamento o gratuiti.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina