Visite ed esami preventivi

Quando si decide di mettere in cantiere un bambino è consigliabile sottoporsi ad una serie di esami per prevenire tanti problemi che, una volta verificatosi il concepimento, sarebbe difficile e a volte impossibile risolvere.

Per la futura mamma:

  • visita ginecologica
  • pap test
  • azotemia e creatinemia (per valutare il funzionamento dei reni)
  • transaminasi, fosfatasi alcalina, prove di coagulo e quadro sieroproteico (per valutare ilfunzionamento del fegato e il processo di coagulazione del sangue)
  • esame emocromocitometrico, sideremia e ferritina (per rilevare eventuali anemie)
  • glicemia (per rilevare un eventuale diabete)
  • gruppo sanguigno e fattore Rh (fondamentale per prevedere eventuali incompatibilità materno-fetali)
  • rubeo test (per vedere se la futura mamma è immunizzata contro la rosolia, malattia dannosa per il feto) - reazione di Wasserman (per escludere il contagio da sifilide)
  • toxotest (per vedere se esiste immunizzazione contro la toxoplasmosi, altra malattia dannosa per il feto)
  • ricerca dell'HbSAg e HCVab (per scoprire se si è portatrici sane di epatite B e C)
  • ricerca degli anticorpi anti Hiv (per scoprire se si è sieropositivi al virus dell'Aids)
  • elettrocardiogramma (per un controllo del funzionamento del cuore)

 Per il futuro papà:

  •  determinazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh
  • esame emocromocitometrico più altri esami dettagliati (nel caso la mamma risultasse portatrice di Talassemia)
  • ricerca del HbSAg, reazione Wasserman o Vdrl, ricerca anticorpi anti-Hiv

Altri consigli utili se si sta "cercando" un bambino:

  • valutare assieme al proprio medico l'eventualità di assumere una integrazione di acido folico (per ridurre l'incidenza di una malformazione grave del feto come la spina bifida)
  • evitare ogni tipo di vaccinazioni e, nel caso fosse in progetto un viaggio all'estero che prevede vaccinazioni, eseguirle quando si è sicuri che la gestazione non sia in corso. La vaccinazione contro la Rosolia deve essere fatta almeno tre mesi prima dall'inizio della gravidanza.
  • evitare di assumere alcolici e di fumare
  • evitare di esporsi ai raggi x
  • evitare una assunzione eccessiva di vitamina A
  • evitare di assumere farmaci (parlatene preventivamente col vostro medico o ginecologo)

Esenzioni dal ticket
Il Decreto Legge 10.9.98, all'articolo 2 (pdf, 135.8 KB), specifica come in funzione preconcezionale siano escluse dalla partecipazione al costo le prestazioni di diagnostica strumentale e di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche necessarie per accertare eventuali difetti genetici, prescritte dallo specialista alla coppia, se l'anamnesi, riproduttiva o familiare della coppia evidenzia condizioni di rischio per il feto.

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/12/23 01:00:00 GMT+2 ultima modifica 2019-01-10T13:24:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina