Centri estivi in Emilia Romagna

Centri estivi : informazioni generali

Nei mesi estivi, quando le scuole e gli asili sono chiusi, i bambini e i ragazzi possono continuare a divertirsi e a stare insieme frequentando i centri estivi. L'organizzazione di questi centri varia da realtà a realtà, per la maggior parte si tratta di iniziative comunali a cui si aggiungono realtà private come Arci e altre associazioni laiche e cattoliche ma anche polisportive, circoli, etc...
I centri estivi interessano indicativamente i bambini da 1 a 14 anni, funzionano di norma nei mesi di luglio e agosto e in qualche caso anche a settembre e sono differenziati per fasce di età (nidi, scuole materne, elementari, medie). Possono essere a tempo pieno (7.30/8.00 -16.00/18.00) o part time. Per partecipare è necessaria l'iscrizione e il pagamento di una retta che dipende dal tipo di centro scelto.


Sostegno alle famiglie: contributi della regione Emilia Romagna per l'accesso ai centri estivi

La Regione Emilia Romagna, conferma anche per il 2022 il "Progetto per la conciliazione tempi cura lavoro: sostegno alle famiglie", per la frequenza di Centri estivi per aiutare le famiglie ad affrontare il costo delle rette . 
La  Deliberazione di Giunta regionale 598/2022, definisce : caratteristiche e requisiti (strutturali, logistici, funzionali e organizzativi) a cui i centri estivi dovranno adeguarsi per poter aderire al progetto regionale ed essere "accreditati", requisiti dei destinatari, l'entità del contributo e la suddivisione dei fondi tra i comuni.
DESTINATARI: i Contributi sono destinati alle famiglie degli alunni con fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni,  quindi nati dal 2009 al 2019, della scuola dell'infanzia, primaria e secondaria  di primo grado, per la frequenza di uno dei centri estivi pubblici gestiti direttamente dai Comuni oppure dei centri estivi privati aderenti al progetto e accreditati dalla Regione, individuati da ogni Comune tramite bando. Per le famiglie degli alunni con disabilità certificata ai sensi della Legge 104/1992 la fascia di età è compresa tra i 3 e i 17 anni, quindi nati tra il 2005 e il 2019. 
In particolare, fermi restando i requisiti economici e anagrafici possono accedere ai contributi le famiglie (comprese famiglie affidatarie e monogenitoriali) con le seguenti caratteristiche:
>> entrambi i genitori siano occupati (lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati), comprese le famiglie nelle quali uno o entrambi i genitori siano fruitori di ammortizzatori sociali, o nelle quali uno o entrambi i genitori, siano disoccupati e abbiano sottoscritto un Patto di servizio quale misura di politica attiva del lavoro;
>> in cui anche solo uno dei due genitori sia occupato o rientri nelle fattispecie di cui sopra, se l’altro genitore è impegnato in modo continuativo in compiti di cura, valutati con riferimento alla presenza di componenti il nucleo familiare con disabilità grave o non autosufficienza, come definiti ai fini ISEE.
REQUISITI: per accedere alla richiesta del contributo le famiglie dovranno essere residenti in Emilia Romagna, rientrare in un reddito ISEE annuo massimo di 28000 euro e scegliere uno dei centri inseriti nell'elenco di uno dei Comuni della regione. Il limite ISEE non è previsto per le famiglie degli alunni con disabilità certificata.
Il requisito ISEE potrà essere documentato dall’attestazione ISEE 2022 o, in alternativa per chi non ne è in possesso, l’ISEE 2021, nonché, nei casi previsti dalle disposizioni vigenti, dall’ISEE corrente.
CONTRIBUTO: per il 2022 è previsto un contributo massimo di 336 euro totale per ogni figlio e nel limite di 112 euro a settimana. Le settimane possono essere anche non consecutive e fruite anche in centri estivi differenti, aventi costi di iscrizione differenti. E' possibile fruire inoltre di centri estivi ricompresi negli elenchi approvati dai Comuni/Unioni di Comuni, anche con sede in altro distretto rispetto a quello di residenza.
I CENTRI ESTIVI ACCREDITATI: i comuni  hanno il compito di stilare l'elenco dei Centri aderenti al progetto (pubblici e privati) e di renderlo pubblico insieme alle modalità di presentazione delle domande. Spetterà inoltre sempre al comune il controllo dei requisiti e la compilazione di una graduatoria. 
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: In ogni caso la famiglia dovrà richiedere il contributo al Comune/Distretto di residenza, indipendentemente dalla ubicazione del Centro estivo che potrà essere anche in distretti differenti e pertanto sull’intero territorio regionale.

Per ulteriori informazioni consultare  il sito della Regione Emilia


Informazioni sul territorio 

Entrando nelle Redazioni locali presenti nel menu di destra, troverete alcune delle attività e delle iniziative presenti sul territorio regionale e rivolte ai bambini.

Inoltre per avere un aggiornamento costante delle attività in essere nei singoli territori, si consiglia la consultazione ed eventualmente l'iscrizione alle Newsletter redatte e curate dalle redazioni locali.

 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina