Assegno di Maternità di Competenza dei Comuni

CHE COS'E':

è un beneficio economico a favore delle madri, anche adottive o in affido preadottivo (per l'adozione nazionale solo se il minore ha un'età non superiore ai 6 anni) disoccupate al momento della nascita o dell’ingresso in famiglia del bambino, quindi prive del trattamento previdenziale dell’indennità di maternità o che beneficiano di una indennità di importo inferiore a quello dell’assegno.

Il contributo va richiesto al Comune, viene erogato in un’unica soluzione dall’INPS e per l'anno 2019 l'importo dell'assegno è di 346.39 mensili per cinque mensilità, erogate in un'unica soluzione. Il contributo viene accreditato sul conto corrente o sul libretto postale con codice IBAN intestato o cointestato alla mamma. L'Assegno non costituisce un reddito ai fini fiscali e previdenziali.

RIVOLTO A:

mamme residenti nel territorio dei Comuni dell’Unione del Sorbara al momento del parto o dell'ingresso in famiglia del minore in adozione o in affidamento preadottivo, con ISEE pari o inferiore a euro 17.330,01 (nucleo familiare di tre componenti).

Le mamme possono essere cittadine italiane, comunitarie o extracomunitarie in possesso di carta/permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo; cittadine familiari di cittadini italiani, dell'Unione o di soggiornanti di lungo periodo, che siano titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; cittadine titolari della protezione sussidiaria; cittadine apolidi.

Le cittadine extracomunitarie rifugiate politiche, possono accedere con permesso di soggiorno per asilo politico.

COSA OCCORRE:

la domanda può essere presentata solo dalla madre al Comune di residenza entro sei mesi dalla nascita o dall’ingresso in famiglia del bambino adottato o affidato, compilando l’apposita modulistica da consegnare allo Sportello Sociale, allegando un documento di riconoscimento e il codice fiscale della richiedente, la comunicazione del protocollo dell’ISEE (che includa anche il nuovo nato), copia del codice IBAN intestato o cointestato alla richiedente e la copia del titolo di soggiorno.

Il Comune provvederà a inviare all’INPS la domanda di Assegno.

DOVE ANDARE:

per informazioni e per presentare la domanda rivolgersi agli Sportelli Sociali dell’Unione.

 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina