Baby sitter cercasi: con i Centri per le Famiglie e i servizi educativi dei comuni

Il lockdown è finito ma le scuole sono ancora chiuse e molte famiglie per accudire i propri figli devono affidarsi ad una baby sitter. I Centri per le Famiglie in alcuni comuni e i servizi educativi in altri in questo momento particolare supportano le famiglie con i loro servizi di incontro domanda/offerta di servizio baby sitter.

In questo particolare periodo per le famiglie la gestione dei bambini è particolarmente faticosa, perchè i servizi educativi (scuole e centri estivi) sono ancora chiusi e per chi ha la fortuna di avere nonni disponibili, che prima si occupavano dei nipoti ora li deve preservare da questo virus che ci ha cambiato la vita dalla fine di febbraio 2020.
Molti genitori stanno riprendendo le attività lavorative e altri non hanno mai smesso, pertanto si vedono costretti a trovare un aiuto alternativo che, spesso, è rappresentato dalla figura della baby sitter o della tata.

Il canale più diffuso per la ricerca di una baby sitter è sicuramente il passaparola (che anche in emergenza covid 19 è ancora fortissimo!), ma in alternativa molti comuni attraverso i Centri per le Famiglie o il servizio educativo  hanno attivato un valido servizio di incontro domanda/offerta di servizio baby sitter.
Il servizio in genere è rivolto alle famiglie residenti nel territorio comunale o di più comuni se si tratta di unione. Le aspiranti baby sitter vengono selezionate attraverso colloqui, che individuano competenze, esperienze e disponibilità per rispondere alle diverse esigenze famigliari (es.fascie orarie, disponibilità di auto, fascie di età dei bambini ecc...) oppure tramite corsi di formazione organizzati dai comuni o da altri enti tramite protocolli d'intesa o convenzioni  . Le famiglie interessate possono richiedere gratuitamente i nominativi delle baby sitter disponibili sul territorio. La tipologia di servizio offerta è diversificata, alcuni centri per le famiglie fanno una selezione dei nominativi in base alle richieste della famiglia, altri servizi forniscono semplicemente l'elenco, altri lo rendono disponibile direttamente dal sito internet. In ogni caso il rapporto di lavoro è gestito in piena autonomia fra le parti interessate.

Tra i centri per le famiglie che hanno attivato questo servizio segnaliamo:

Il Centro per le famiglie della Romagna Forlivese, ha scelto di potenziare il progetto Famiglie & Baby Sitter (pdf, 234.64 KB) con l'intento di agevolare tempi di vita e di lavoro delle famiglie in questo momento di particolare difficoltà. Le baby sitter presenti nell'elenco sono selezionate attraverso colloqui che individuano competenze, esperienze e disponibilità, funzionali a rispondere alle diverse esigenze familiari.Le famiglie interessate possono rivolgersi, gratuitamente e senza impegno, al Centro per le Famiglie del Comune di Forlì (o al proprio Comune di residenza) per compilare la richiesta su specifico modulo, indicando le loro esigenze; successivamente vengono forniti i nominativi delle baby sitter più rispondenti alla richiesta. Per informazioni E-mail: centrofamiglie@comune.forli.fc.it - Telefono 0543 712667 lunedì - mercoledì - venerdì ore 9.00/13.00 - martedì e giovedì ore 15.00/18.00

Il Centro per le famiglie di Cesena offre il servizio Informasitter (pdf, 339.23 KB), Il Centro per le Famiglie dispone di un elenco di baby sitter selezionate attraverso colloqui che individuano competenze, esperienze e disponibilità, per rispondere alle diverse esigenze familiari. Le famiglie interessate possono rivolgersi gratuitamente al Centro per le Famiglie per compilare la richiesta su specifico modulo, nel quale indicano le loro esigenze; successivamente vengono forniti i nominativi delle baby sitter più rispondenti alla richiesta. Per informazioni Tel 0547 333611 – su appuntamento, dal lunedì al venerdì 8.30-13.30

Il Centro per le famiglie di Ferrara, offre il servizio Informasitter, che mette a disposizione delle famiglie che ne hanno la necessità un elenco in cui sono inseriti i nominativi delle persone che si offrono in qualità di baby sitter. L'elenco fornisce informazioni sulla loro disponibilità in termini di tempo, sul loro grado di esperienza, nonché indirizzo telefono e dati anagrafici. Alle famiglie interessate viene fornito l'elenco con tutti i nominativi presenti nell'archivio. L'elenco viene costantemente aggiornato in quanto viene inoltre richiesto agli interessati di segnalare mensilmente, a pena di cancellazione dalla lista, la volontà che il loro nominativo rimanga inserito con le stesse modalità dichiarate oppure se i dati forniti in sede di colloquio sono cambiati. Per informazioni Tel. 0532/242179 E-mail: informafamigliebambini@comune.fe.it

Il Centro per le Famiglie del Distretto di Fidenza gestisce un apposito Albo Distrettuale delle Baby Sitter. L'Albo raccoglie i nominativi delle persone che in possesso di uno dei titoli di studio richiesti dalla normativa vigente per operare nei servizi della prima infanzia hanno partecipato ad un corso di formazione specifico organizzato dal Centro per le Famiglie. Le famiglie che hanno necessità di una baby sitter devono contattare il centro per le modalità di consultazione dell'Albo. La famiglia contatterà direttamente la baby sitter individuata per stipulare accordi personali. Per informazioni tel 0524 202745 centroperlefamiglie@aspdistrettofidenza.it

Il Centro per le famiglie di Imola mette a disposizione una lista di aspiranti baby sitter che hanno superato, con esito positivo un corso teorico-pratico per acquisire le competenze di base. Nel presente elenco sono indicate le disponibilità orarie, ma ogni contatto, o tipo di accordo tra le parti, è strettamente privato. L'elenco è consultabile dal sito https://www.comune.imola.bo.it/

Il Centro per le Famiglie dei Comuni dell'Unione Comuni Modenesi Area Nord,  presso la sede di Mirandola è disponibile un elenco di baby sitter disponibili sul territorio dell’Area Nord (si tratta di persone formate attraverso un corso gestito nella primavera/estate 2018 presso Esprit a di Mirandola). In questo elenco sono specificate competenze, esperienze e disponibilità, funzionali a rispondere alle diverse esigenze familiari (servizio continuativo, temporaneo, presso il proprio domicilio, con disponibilità di auto, periodo estivo ecc.). Le famiglie interessate possono rivolgersi gratuitamente al Centro Famiglie, consultare l’elenco, richiedere i nominativi delle babysitter più rispondenti alle proprie esigenze famigliari e di cura. Per informazioni e consultazione: Sportello Informafamiglie presso Centro per le Famiglie – Viale Italia 64 Mirandola, Tel. 0535 - 29677, E- Mail: centroperlefamiglie@unioneareanord.mo.it

Tra i progetti attivati dai servizi educativi dei comuni, segnaliamo.

Progetto Tata - Bologna (Comune di Bologna) - Il progetto ha previsto la qualificazione di baby sitter come sostegno ai nuclei familiari con bambine e bambini da 3 mesi a 3 anni, attraverso percorsi formativi (con rilascio di attestato). Le baby sitter possono essere scelte da tre elenchi:
1. formate dal Comune di Bologna (per verificare la disponibilità delle tate accreditate scrivere a tatabologna@comune.bologna.it)
2. formate dall'Associazione Bottega di Esperì (via Andra Costa, 4/2 051 0216343)
3. formate dall'Associazione Centro Italiano Femminile (CIF - via Del Monte, 5 051-0566423)
Le due associazioni sono vincolate al protocollo d'intesa sottoscritto con il Comune di Bologna.

Albo babysitter (Comune di San Lazzaro di Savena) - Il Comune di San Lazzaro di Savena organizza corsi di formazione gratuiti per babysitter, al termine dei quali i partecipanti vengono iscritti in un elenco consultabile e scaricabile on line dalle famiglie del Comune per scegliere gli operatori più adatti alle loro esigenze familiari.   

Albo comunale delle baby sitter (Comune di Parma) - Il Comune di Parma, attraverso la predisposizione e l'implementazione dell'Albo, si è fatto garante di selezionare personale qualificato allo svolgimento della mansione richiesta e si fa da tramite tra i privati cittadini e le baby sitter stesse pubblicando l'Albo e gli eventuali aggiornamenti. L'elenco è scaricabile dal sito. 

Albo baby sitter (Comune di Castelfranco Emilia) - Gli iscritti all’albo sono in possesso del titolo di studio vigente per operare nei servizi educativi per la prima infanzia e  hanno partecipato a un percorso formativo di 20 ore di aggiornamento teorico e 40 ore di pratica laboratoriale all’interno dei servizi comunali. Le famiglie interessate al servizio devono contattare direttamente gli iscritti all’albo. L'albo è scaricabile dal sito.

Albo baby sitter (Comuni dell'Unione Terre d'Acqua) - i Comuni dell'Unione Terre d'Acqua in collaborazione con la Cooperativa Sociale Cadiai hanno organizzato per maggio/giugno 2020 un corso di formazione per baby sitter al fine di creare un Albo Baby Sitter attivo da settembre 2020 e visionabile dalla pagina web di ogni Comune, al quale le famiglie del territorio.

Albo baby sitter (Comune di Castel Maggiore) - Il comune di Castel Maggiore nel 2019 ha finanziato un corso di formazione per baby sitter. Le corsiste hanno conseguito un attestato di frequenza e ora i loro nominativi vengono resi disponibili a chi abbia bisogno di questo tipo di prestazione professionale. L'elenco è consultabile on line. Per informazioni segreteria.generale@comune.castel-maggiore.bo.it .

Per conoscere altre alternative presenti nel proprio territorio consulta la nostra sezione "Baby sitter e baby parking", dal menù di destra è possibile accedere alle informazioni locali. 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/05/28 09:00:00 GMT+2 ultima modifica 2020-05-28T19:34:02+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina