Integrazione scolastica per bambini disabili

CHE COS’È
È un servizio dell'Istituzione dei servizi educativi per le famiglie dei Comuni di Cento, Mirabello Sant’Agostino Vigarano Mainarda e Bondeno finalizzato alla realizzazione e gestione dei servizi di integrazione degli alunni disabili.

RIVOLTO A
Bambini e ragazzi frequentanti le scuole di ogni ordine e grado residenti nei Comuni di Cento, Terre del Reno, Vigarano Mainarda e Bondeno.

COSA OFFRE
L'organizzazione dei servizi di supporto scolastico ed extrascolastico attraverso: 

  • La promozione dello sviluppo delle potenzialità della persona disabile nell’apprendimento, nella comunicazione, nelle relazioni e nella socializzazione;
  • L’integrazione del sostegno educativo durante tutti i momenti della vita scolastica, sia nella scuola che nelle attività esterne organizzate;
  • La garanzia del pieno rispetto della dignità umana e i diritti di libertà e di autonomia della persona disabile promuovendone la piena integrazione a scuola;
  • Prevenzione e rimozione delle condizioni invalidanti che impediscono lo sviluppo della persona umana, il raggiungimento della massima autonomia possibile e la partecipazione degli alunni disabili alla vita scolastica;
  • Predisposizione di interventi volti a superare stati di emarginazione e di esclusione sociale e finalizzati alla crescita culturale degli alunni in situazione di disabilità;
  • Garanzia di azioni specializzate a sostegno dell'integrazione socio - sanitaria. La complessità della pratica professionale implica differenti livelli di intervento in quanto prevede un’azione continua di raccordo tra i bisogni degli utenti e le risorse professionali e strumentali messe in campo dalla scuola e dal territorio.

DOVE ANDARE
Il primo contatto avviene con UONPIA (Unità aziendale di Neuropsichiatria dell’Infanzia e Adolescenza), di solito le famiglie vengono inviate dalle insegnanti ad un incontro per un primo accertamento clinico riguardo ad una sospetta disabilità; da qui si avvia il percorso di presa in carico. A conclusione di questo iter, se la diagnosi è tale da prefigurare una disabilità viene consegnata alla famiglia una certificazione. 

La famiglia dovrà presentare suddetta certificazione all’ufficio scolastico del comune di Residenza ed alla scuola in cui è inserito il minore. In particolare il rilascio della certificazione per l’integrazione scolastica ha luogo: 

  • quando si prevede il primo ingresso a scuola del minore con disabilità;
  • quando ad un minore, che già frequenta la scuola, viene accertata una situazione di disabilità;
  • nelle situazioni in cui si debba procedere al rinnovo della stessa certificazione, sia per una revisione programmata secondo la normativa vigente sia quando la evoluzione clinica o funzionale del minore sia tale da richiedere un aggiornamento.

Struttura Semplice (Modulo Organizzativo) Uonpia OVEST
Polo di via Cremonino 10 a Cento e Casa della Salute di Bondeno

INFORMAZIONI UTILI
Percorsi d’integrazione socio-educativo-sanitaria sono previsti per:
1. DISABILITÀ (o handicap, Legge 104/1992) – Sia che si sia già seguiti da Uonpia o che non lo si sia ancora, è necessario presentare la relativa documentazione sanitaria per via elettronica all’INPS e poi presentarsi alla convocazione da parte della Commissione invalidi territorialmente competente (informazioni allo 0532 975 123).
2. DSA (disturbi specifici dell’apprendimento (o DSA, L. 170/2010) - Se gli insegnanti ritengono che l’alunno abbia solamente difficoltà specifiche di lettura, scrittura o calcolo, il centro da chiamare è in via Gandini 26 (vicino a via Bologna), dal lunedì al venerdì tra le ore 12,30 e le 13,30. Anche qui l’impegnativa medica è gradita ma non obbligatoria. Informazioni allo 0532 235 034.

Normativa di riferimento: 

  • Legge 05.02.1992 n. 104 Legge- quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate.
  • Linee Guida del M.I.U.R. Prot. n°4274/09 (Integrazione scolastica degli alunni con disabilità)
  • Individuazione di un alunno in situazione di handicap (art. 2 D.P.R. 24/2/94; art. 2 D.P.C.M. 185/2006; art. 2 Intesa S/R 20/3/2008).
  • Diagnosi funzionale (art. 3 D.P.R. 24/2/94; art. 2 Intesa S/R 20/3/2008).
  • Profilo dinamico funzionale (art. 4 D.P.R. 24/2/94; art. 12.4 L. 104/92; art. 2 Intesa S/R 20/3/2008).
  • Piano Educativo Individualizzato (art. 5 D.P.R. 24/2/94; art. 3 Intesa S/R 20/3/2008).
  • Verifiche al Profilo dinamico funzionale (art. 6 D.P.R. 24.2.94 – art. 12.8 L. 104/92 – art. 2 D.P.C.M. 185/2006 – art. 2 Intesa S/R 20/3/2008).

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/12/01 09:00:00 GMT+2 ultima modifica 2020-03-10T17:15:29+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina