Vorrei avere delle informazioni sull'aspettativa facoltativa di maternità per lavoratori dipendenti

Risponde la Redazione Regionale (09.04.2019)

Il congedo parentale spetta al lavoratore dipendente padre e/o alla madre lavoratrice dipendente per una durata massima di 6 mesi ciascuno con retribuzione pari al 30% dello stipendio. Nel caso entrambi i genitori siano lavoratori dipendenti, la durata massima del congedo parentale diventa di 10 mesi complessivamente tra padre e madre, salvo che il padre lavoratore dipendente non decida di usufruirne per un periodo non inferiore a 3 mesi, anche frazionati, e intenda fruire di ulteriori periodi, fino a 7 mesi. In tal caso i mesi complessivi di astensione per congedo parentale di entrambi i genitori possono arrivare a 11. Tale congedo può essere fruito liberamente, in maniera continuativa o frazionata, dalla madre e/o dal padre nei primi 12 anni di vita del bambino. I genitori lavoratori dipendenti possono godere dei 6 mesi di congedo parentale retribuito al 30% senza alcuna condizione di reddito fino al sesto anno di vita del bambino, subordinata a determinate condizioni di reddito dal compimento del sesto anno fino al compimento dell'ottavo anno di età. Se tale periodo non è utilizzato entro tale termine, il genitore può astenersi dal lavoro fino ai 12 anni del figlio ma senza indennizzo. L'indennità del 30% della retribuzione viene corrisposta per un massimo complessivo tra i genitori di 6 mesi.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/04/09 00:00:00 GMT+2 ultima modifica 2019-04-09T10:15:35+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina