Se chiamo il pediatra di mio figlio per una visita a domicilio è obbligato a venire?

Risponde la Redazione Regionale (20/02/2015)

Anziutto la informo che è il D.P.R. 28 luglio 2000, n. 272 (1), Regolamento di esecuzione dell'accordo collettivo nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici specialisti pediatri di libera scelta, che regola l'assistenza pediatrica garantita dal Servizio Sanitario Nazionale.

In particolare l'art. 31 della convenzione si riferisce alle visite ambulatoriali e domiciliari e dice:
1. L'attività medica viene prestata nello studio del pediatra o a domicilio del paziente.
2. La visita domiciliare, qualora ritenuta necessaria secondo la valutazione del pediatra, avuto riguardo alla non trasportabilità dell'ammalato, deve essere eseguita di norma nel corso della stessa giornata, ove la richiesta pervenga entro le ore dieci; ove invece, la richiesta venga recepita dopo le ore dieci, la visita dovrà essere effettuata entro le ore dodici del giorno successivo.
3. L'attività ambulatoriale, da garantirsi comunque nell'arco dei cinque giorni settimanali, salvo i casi d'urgenza, viene di norma espletata attraverso un adeguato sistema di prenotazione.
4. A cura della Azienda tali norme sono portate a conoscenza degli assistibili.
5. Nelle giornate di sabato il medico non è tenuto a svolgere attività ambulatoriale, ma esegue le visite richieste entro le ore 10.00 dello stesso giorno.
6. Nei giorni prefestivi valgono le stesse disposizioni previste per il sabato, con l'obbligo però di effettuare attività ambulatoriale per i pediatri che in quel giorno la svolgono ordinariamente al mattino.
7. La richiesta di prestazione urgente recepita deve essere soddisfatta entro il più breve tempo possibile.

Azioni sul documento

pubblicato il 2008/12/20 00:00:00 GMT+1 ultima modifica 2016-10-19T12:24:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina