il riconoscimento di maternità o di paternità

CHE COS'E'

Il riconoscimento di paternità o maternità è un atto con il quale uno o entrambi i genitori dichiarano di riconoscere il loro bambino appena nato come proprio figlio, attribuendo al bambino uno Stato Giuridico. Il riconoscimento deve essere fatto entro tre giorni dalla nascita presso la struttura sanitaria in cui il figlio è nato, oppure all'ufficio anagrafe del comune di residenza entro 10 giorni. 
Nel caso di bambini nati da una coppia unita in matrimonio, l'atto di denuncia di nascita può essere firmato anche da un solo genitore. Per i bambini nati da una coppia non sposata, l'atto deve essere firmato da entrambi i genitori

RIVOLTO A

Tutti i genitori che hanno appena avuto un bambino.

INFORMAZIONI UTILI

Nel caso in cui il bambino, alla nascita, sia stato riconosciuto da un solo genitore, il genitore che non lo aveva riconosciuto può farlo anche successivamente con apposita dichiarazione davanti all'ufficiale dello stato civile, al Giudice Tutelare o ad un Notaio. Se il figlio ha più di 14 anni, egli deve essere presente e deve dare il consenso al genitore che lo riconosce. 

E' possibile anche che una coppia non sposata decida di riconoscere la paternità del bambino prima della nascita, durante la gravidanza.  Si definisce pre-riconoscimento e viene fatto presso l'ufficio anagrafe del comune di residenza della madre. Al momento della nascita quindi sarà sufficiente la sola dichiarazione di uno dei due genitori anche se la coppia non è sposata.

DOVE ANDARE

Per il riconoscimento presso l'ufficio anagrafe del Comune è necessaria l'attestazione di nascita rilasciata dall’ospedale in cui il bimbo/a è nato e un documento d’identità valido (passaporto per i cittadini extracomunitari)

Consultare l'elenco dei Comuni dell'Appennino Bolognese e cercare il proprio Comune di residenza.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/12/01 11:53:45 GMT+2 ultima modifica 2020-12-01T11:53:45+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina