Bonus energia elettrica, gas e acqua


B
onus energia elettrica

l bonus energia è un contributo statale per la spesa sostenuta dalle le famiglie per la fornitura di energia elettrica. Il bonus è previsto per famiglie in condizione di disagio economico, disagio fisico e per famiglie numerose.

RIVOLTO A

In caso di disagio economico:

il bonus è rivolto a tutti gli utenti domestici, intestatari di una fornitura elettrica nell'abitazione di residenza, appartenenti a,
- nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro
- nucleo famigliare con con 4 o più figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro

Ogni nucleo famigliare che abbia i requisiti necessari, può richiedere, per disagio economico, sia il bonus per la fornitura elettrica che quello per la fornitura di gas. Inoltre, se in casa vive un soggetto che possiede i requisiti per il bonus per disagio fisico, la famiglia può fare richiesta anche per questa agevolazione.

In caso di disagio fisico:
il bonus è rivolto a tutti gli utenti domestici affetti da grave malattia o gli utenti domestici presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita.
In questi casi l'utente deve essere in possesso di un certificato ASL che attesti: la situazione di grave condizione di salute; la necessità di utilizzare le apparecchiature elettromedicali per supporto vitale; il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero; l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è installata.
Qualora ricorrano i requisiti di ammissibilità previsti, il bonus per disagio fisico risulta cumulabile con quello per disagio economico sia elettrico che gas.

COSA OCCORRE
La domanda può essere presentata in ogni momento.

Chi richiede il bonus per disagio economico ha diritto al contributo per un anno dal momento della richiesta e può rinnovare ogni anno la richiesta, entro un mese dalla scadenza, se permane la condizione di disagio e presentando un ISEE aggiornato.

Chi richiede il bonus per disagio fisico ha diritto al contributo a tempo indeterminato fino a quando sarà necessario l'uso delle apparecchiature. Il cessato uso deve essere segnalato all'ufficio presso il quale si è presentata domanda.

E' possibile utilizzare un unico modulo (modulo A) per richiedere sia il bonus elettrico che gas per disagio economico e, dal 1 luglio 2018, anche per richiedere il bonus acqua.
Per informazioni dettagliate su requisiti, documentazione necessaria, scadenze, ammontare del bonus è possibile consultare il sito internet dell'Autorità di regolamentazione per Energia RetI e Ambienti

PER INFORMAZIONI, CONTATTI E APPUNTAMENTI
Sportello Specialistico Bonus
- CAAF abilitati



Bonus gas

Il  bonus gas è un contributo statale per la spesa sostenuta dalle le famiglie in condizione di disagio economico e dalle famiglie numerose per la fornitura di gas

RIVOLTO A 
E' rivolto sia agli utenti che hanno stipulato un contratto di fornitura individuale di gas naturale per l'abitazione di residenza (utenti domestici diretti) sia agli utenti che utilizzano impianti condominiali (utenti domestici indiretti).

Tra i requisiti necessari, vi è quello di appartenere a:
- un nucleo familiare con ISEE non superiore a € 8.265 €
- un nucleo familiare numeroso con 4 o più figli a carico e ISEE non superiore a 20.000,00 €

COSA OCCORRE
La domanda va rinnovata ogni anno, circa un mese prima della scadenza dell'agevolazione in corso. Il rinnovo può essere effettuato solo se sussistono ancora le condizioni di ammissione.
Il bonus è valido 12 mesi. Al termine di questo periodo si può richiedere il rinnovo presentando la certificazione ISEE aggiornata, che attesti il permanere delle condizioni di disagio economico.

E' possibile utilizzare un unico modulo (modulo A) per richiedere sia il bonus elettrico che gas per disagio economico e, dal 1 luglio 2018, anche per richiedere il bonus acqua.
Per informazioni dettagliate su scadenze, requisiti, modulistica e documentazione necessaria, ammontare del bonus è possibile consultare il sito internet dell'Autorità di regolamentazione per Energia Reti e Ambienti.

PER INFORMAZIONI E APPUNTAMENTI
Sportello Specialistico Bonus
- CAAF Abilitati

 



Bonus acqua

COS'E'
Dal 1 luglio 2018 è possibile richiedere il bonus idrico per la fornitura di acqua, volto a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto per le famiglie in condizione di disagio economico e sociale. Tale contributo consente di non pagare il quantitativo minimo di acqua a persona per anno (50 litri giorno a persona pari a 18,25 mc di acqua all'anno), corrispondente al soddisfacimento dei bisogni essenziali.

RIVOLTO A
Il bonus acqua è rivolto agli utenti diretti ed indiretti del servizio di acquedotto in condizioni di disagio economico-sociale appartenenti a:
- nucleo familiare con ISEE non superiore a 8.265,00 euro
- nucleo familiare con 4 o più figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro

COSA OCCORRE
Il bonus ha durata 12 mesi a decorrere dalla data di inizio agevolazione riportata nella comunicazione di ammissione e in bolletta. Se si è ancora in possesso dei requisiti necessari per l’ammissione, la domanda può essere rinnovata circa un mese prima della scadenza dell'agevolazione in corso, al fine di ottenere un nuovo bonus.

Dal 1 luglio 2018, anche per richiedere il bonus acqua è possibile utilizzare il modulo unico (modulo A) utilizzato per fare richiesta del bonus elettrico e del bonus gas per disagio economico.
Per informazioni dettagliate su requisiti, scadenze, documentazione necessaria, ammontare del bonus è possibile consultare il sito internet dell'Autorità di regolamentazione per Energia Reti e Ambienti.

INFORMAZIONI UTILI
Dal 1 luglio 2018
è altresì possibile inoltrare le richieste per il bonus idrico integrativo locale, un contributo economico relativo al territorio dell'Emilia Romagna rivolto agli utenti domestici del Servizio Idrico Integrato in condizione di disagio economico e sociale.
Il servizio va ad integrarsi al bonus idrico nazionale.
Per maggiori informazioni è possibile consultare la scheda dedicata Bonus idrico integrativo locale

 

DOVE ANDARE
E' possibile presentare richiesta per entrambi i bonus idrici in via contestuale alla richiesta dei Bonus gas e Bonus energia elettrica
La raccolta delle richieste avverrà tramite i Comuni o i CAAF abilitati, che verificheranno la sussistenza dei requisiti e la correttezza della documentazione.


Dove andare

Per informazioni, contatti e appuntamenti:

  • c/o Area Inclusione Sociale e Casa
    Via San Rocco, 5 - Carpi
    SI RICEVE SOLO SU APPUNTAMENTO
    Per appuntamenti e informazioni - tel. 059/649933
    Dal lunedì al sabato mattina, martedì e giovedì pomeriggio
    inclusione.sociale@terredargine.it

E' uno sportello specialistico che fornisce informazioni generali su contributi e bonus erogati dal Comune, dallo Stato o da Enti pubblici. 

 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina