La tessera sanitaria

Che cos'è

La Tessera Sanitaria  è il documento personale che ha sostituito il tesserino plastificato del codice fiscale. 
Viene rilasciata a tutti i cittadini titolari di codice fiscale, aventi diritto alle prestazioni fornite dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e a  tutti i nuovi nati ai quali è stato attribuito il codice fiscale.

A partire dal 2011, la Tessera Sanitaria è sostituita dalla Tessera Sanitaria-Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS), dotata di microchip, che oltre ai servizi sanitari normalmente fruibili con la tessera sanitaria, permette anche l’accesso ai servizi offerti in rete dalla Pubblica Amministrazione, in assoluta sicurezza e nel rispetto della privacy.

ts2.png Tessera Sanitaria-Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS) (fronte)

Sul fronte della Tessera Sanitaria sono presenti i seguenti dati :

  • Codice Fiscale e dati anagrafici dell’assistito;
  • Luogo di nascita: corrisponde al Comune di nascita per i cittadini nati in Italia e allo Stato estero è riportato lo Stato estero di nascita per i cittadini stranieri;
  • Provincia: corrisponde alla sigla della provincia al momento della nascita dell’intestatario, anche se ha subito variazioni successive;
  • Data di scadenza: è di 6 anni se l'assistenza è illimitata; di durata inferiore, in situazioni particolari (ad es. stranieri con permesso di soggiorno limitato);
  • Formato Braille: tre lettere in formato Braille standard a 6 punti, per i non vedenti;

ts3.png Tessera Sanitaria-Carta Nazionale dei Servizi (TS-CNS) (Retro)

Il retro della Tessera Sanitaria, costituisce la Tessera Europea Assistenza Malattia (T.E.A.M.). La T.E.A.M. garantisce l'assistenza sanitaria nell'Unione Europea, in Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Svizzera, secondo le normative vigenti nei singoli paesi.

Sul retro della tessera sono presenti i seguenti dati:

  • Banda magnetica dove sono registrate le informazioni anagrafiche dell’assistito;

  • Codice Fiscale in formato 'codice a barre' (barcode);

  • Sigla d'identificazione dello Stato che rilascia la Tessera (per l'Italia la sigla è IT);

  • Dati dell’assistito (cognome, nome, data di nascita, numero di identificazione personale, numero di identificazione della tessera e scadenza). Qualora un cittadino non abbia diritto all’assistenza sanitaria all’estero, i dati riportati sulla T.E.A.M. verranno ricoperti da una serie di asterischi.

Validità della tessera sanitaria

La Tessera Sanitaria ha validità 6 anni, salvo diversa indicazione da parte della Regione/ASL di assistenza. In prossimità della scadenza, l'Agenzia delle Entrate provvede automaticamente ad inviare la nuova Tessera a tutti i soggetti per i quali non sia decaduto il diritto all'assistenza.

Qualora il periodo di assistenza sanitaria è inferiore a 30 giorni, la ASL di competenza rilascia, in sostituzione della Tessera Sanitaria, un certificato cartaceo.

La tessera sanitaria per i nuovi nati

Per richiedere la tessera sanitaria per i nuovi nati è necessario che un genitore si presenti allo sportello dell'AUSL del Comune di residenza muniti di certificato di nascita (o autocertificazione) e codice fiscale del bambino: il rilascio del documento è immediato.

Nel caso la richiesta venga inoltrata da terzi sono necessari il codice fiscale del bambino, il certificato di nascita e la delega del genitore con fotocopia del documento di identità e della tessera sanitaria dello stesso.

A tali soggetti è inviata, automaticamente, una Tessera Sanitaria con validità di un anno; alla scadenza, previo invio dei dati di assistenza da parte della ASL al Sistema TS, viene prodotta una nuova Tessera, con validità ordinaria (6 anni).

Cosa fare se i dati anagrafici sulla tessera sono errati 

Il cittadino potrà rivolgersi ad un qualsiasi Ufficio dell'Agenzia delle Entrate per chiedere la correzione,

Cosa fare in caso di smarrimento o furto

Il cittadino potrà richiederne un duplicato:

  1. on line dal sito dell’Agenzia delle Entrate a QUESTO LINK
  2. alla propria ASL;
  3. a un qualunque ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

In caso di furto o smarrimento, a scopo cautelativo, è opportuno presentare denuncia alle autorità competenti

Il cittadino ha diritto alla prestazione sanitaria, anche se non ancora in possesso della Tessera Sanitaria; è comunque necessario che sulla ricetta sia riportato correttamente il codice fiscale per usufruire gratuitamente della prestazione sanitaria.

Minori stranieri

In attuazione dell’Accordo Stato-Regioni del 20 dicembre 2012, la Regione Emilia-Romagna ha introdotto un’importante novità in ambito sanitario: si tratta della delibera della Giunta regionale dell’Emilia-Romagna (Dgr n. 2099/2013 (pdf206.8 KB)). La delibera stabilisce, infatti, che i figli minori di famiglie straniere non i regola con le norme relative all’ingresso e al soggiorno debbano obbligatoriamente essere iscritti al Servizio sanitario regionale e la possibilità che le Regioni possano prevedere l’assegnazione del pediatra di libera scelta.

La scelta del pediatra verrà attestata con una specifica tessera sanitaria cartacea rilasciata dalle Aziende Usl  ed è a tempo determinato, con validità annuale dal momento dell’iscrizione e rinnovabile di anno in anno fino al compimento del 14° anno di età, purché il bambino sia presente nel territorio regionale. Le eventuali prescrizioni del pediatra si applicheranno alle prestazioni sanitarie effettuate esclusivamente nelle strutture sanitarie pubbliche dell’Emilia-Romagna e all’assistenza farmaceutica. La tessera avrà validità sul territorio regionale.

Per informazioni:

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina