Affido Familiare

CHE COS'E':
E' un intervento temporaneo di aiuto e sostegno, che consiste nell'accogliere un minore presso una famiglia diversa dalla propria, nei casi in cui i genitori attraversino una situazione di difficoltà e non siano in grado di prendersi cura di lui, in modo adeguato, rispondendo ai suoi bisogni materiali ed affettivi. L'affido familiare ha come obiettivo quello di offrire al minore una seconda famiglia, disposta ad aiutarlo nella crescita, fino a quando la famiglia di origine, superate le difficoltà, possa di nuovo occuparsi di lui.
L'affido, a differenza dell'adozione, prevede il mantenimento di rapporti tra il bambino e la sua famiglia di origine.
La durata massima di un affido è di due anni, prorogabile dal Tribunale per i Minorenni.

RIVOLTO A:
Coppie sposate o conviventi, con o senza figli, persone singole, genitori che si trovano in condizione di non riuscire a prendersi cura dei propri figli e che sono privi di una rete parentale di sostegno, bambini e adolescenti in difficoltà.

DOVE ANDARE :
Azienda Usl - U.O.S. Responsabilità Genitoriale e Tutela Minori
Via Coriano, 38 Rimini
Tel. 0541/707020

Comune di Rimini - Centro per le Famiglie
Piazzetta Dei Servi, 1 Rimini
Tel. 0541/793860
E-mail: centrofamiglie@comune.rimini.it

Centro per le Famiglie Valmarecchia
Piazzale Esperanto, 6 Santarcangelo
Tel. 0541/624246
E-mail: informafamiglie@vallemarecchia.it

Associazione Famiglie per l'accoglienza
Via Gian Battista Vico, 10 Rimini
Tel. 0541/377312
E-mail: segreteria.rimini@famiglieperaccoglienza.it

Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII
Via Valverde, 10/b S.Aquilina - Rimini
Tel. 0541/957004
E-mail: easyro@libero.it

COSA OCCORRE:
Chi desidera avere informazioni sull'affido o diventare affidatario può rivolgersi agli indirizzi sopra indicati.

INFORMAZIONI UTILI:
L'affido può essere:
- "consensuale" nel caso in cui sia stato concordato con la famiglia d'origine; è disposto dal Servizio Sociale e viene reso esecutivo dal Giudice tutelare;
- "giudiziale" nel caso in cui non vi sia il consenso della famiglia d'origine; è disposto da un provvedimento del Tribunale per i Minorenni.
Inoltre l'affido può essere "residenziale", qualora il bambino viva con gli affidatari, mantenendo rapporti con la famiglia d'origine oppure "diurno", qualora il bambino trascorra con la famiglia affidataria parte della giornata ed alla sera rientri a casa dai suoi genitori.
Per i minori in affido è prevista un'apposita polizza assicurativa che copre i rischi di responsabilità civile verso terzi per danni a persone e cose cagionati dai minori e dagli affidatari e per infortuni degli affidati. Alla famiglia affidataria viene corrisposto, per legge, un piccolo contributo, svincolato dal reddito, a copertura delle spese.

What do you want to do ?
New mailCopy
What do you want to do ?
New mailCopy

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina