Regime patrimoniale dei beni

CHE COS’È
Al momento della celebrazione del matrimonio i futuri coniugi devono scegliere il regime patrimoniale, che può essere di comunione o di separazione dei beni. In mancanza di diversa convenzione, il regime patrimoniale è quello legale della comunione dei beni: fanno parte della comunione tutti quei beni che sono stati acquistati congiuntamente o separatamente dai coniugi dopo il matrimonio. Nel caso di separazione legale dei beni, ciascun coniuge rimane titolare esclusivo, non solo dei beni acquistati antecedentemente al matrimonio, ma anche di quelli conseguiti successivamente. I coniugi possono scegliere in ogni momento di cambiare il regime patrimoniale instaurato con la celebrazione rivolgendosi ad un notaio, che provvederà a comunicare all’Ufficio di Stato Civile il nuovo regime scelto per l’annotazione sull’atto originale di matrimonio.

RIVOLTO A
Coppie che si preparano a sposarsi con rito civile e/o religioso.

DOVE ANDARE
Per tutte le informazioni inerenti il regime patrimoniale dei beni occorre rivolgersi all'Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza, recapiti in questa pagina.

COSA OCCORRE
La coppia che intende richiedere la separazione dei beni deve dichiararlo verbalmente:

  • all'Ufficiale di Stato Civile, quando si presenta per richiedere le pubblicazioni, per permettere di predisporre gli atti;
  • al parroco, se il matrimonio è celebrato con rito religioso.

INFORMAZIONI UTILI
Se la richiesta della separazione dei beni è successiva al matrimonio, o comunque per procedere a mutamento del regime patrimoniale, ovvero per costituzione di fondo patrimoniale, è necessaria la stipula di atto pubblico (atto notarile).

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/12/08 14:45:37 GMT+2 ultima modifica 2020-12-08T14:45:37+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina