Il matrimonio civile

CHE COS'E'

Il matrimonio civile è l’atto pubblico con il quale una coppia realizza un'unione e stabilisce un vincolo, acconsentendo ai doveri e ai diritti previsti per i coniugi dal codice civile. Il matrimonio civile è disciplinato unicamente dalla legge statale.  Il rito civile viene celebrato dall’ufficiale dello stato civile che può essere il Sindaco, il vicesindaco o un altro funzionario pubblico in possesso  dei requisiti per celebrare il rito. La cerimonia civile avviene nella sede del Comune dove si sono fatte le pubblicazioni. Con l'atto del matrimonio i coniugi entrano in regime di comunione dei beni, cioè tutti i beni acquistati o acquisiti dopo il matrimonio sono di entrambi. Se è loro intenzione essere spostati in regime di separazione dei beni lo devono espressamente dichiarare prima del matrimonio all'ufficio di stato civile del Comune, sottoscrivendo un'atto nel momento in cui presentano le pubblicazioni. Se decidono per il regime di separazione dei beni dopo le nozze, l'atto andrà sottoscritto davanti ad un notaio.

RIVOLTO A

Cittadini maggiorenni ( i minorenni di almeno 16 anni devono essere autorizzati dal giudice).

INFORMAZIONI UTILI

Per potersi sposare inoltre è necessario non essere interdetti per infermità mentale, non essere vincolati in quel momento a un altro matrimonio, che la sentenza di divorzio da altri coniugi sia definitiva (l'uomo divorziato deve attendere 30 giorni, la donna per legge 300 giorni ma è tuttavia possibile abbreviare i tempi con le dovute dichiarazioni da presentare al giudice), non avere vincoli di consanguineità, non essere figli, sebbene non consanguinei, adottati dalla stessa famiglia.

DOVE ANDARE

Ufficio di stato civile del Comune di residenza.

Elenco dei comuni del Distretto dell'Appennino Bolognese.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/12/01 11:53:38 GMT+2 ultima modifica 2020-12-01T11:53:39+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina